DEApress

Thursday
Dec 12th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

L'infinito Zeffirelli

E-mail Stampa PDF

Franco Zeffirelli ci mancherà soprattutto ci mancherà  quel suo decadente ritratto di una nazione che sotto i suoi attenti occhi mutava. Zeffirelli uomo a tratti contraddittorio, è sempre però stato coerente con quella sua umana logica di sentimenti. Sapeva da Visconti come trattare il cinema di sociale impegno. Sapeva narrare con fine garbo e ricercatezza interiore alcuni aspetti del genere umano. Da cattolico ha trattato San Francesco come se fosse un antico rivoluzionario non eremita ma a tratti eretico. E così è stato il suo colossale Gesù, trattato con un amore di un figlio verso un padre difficile e non unico. E poi l'amore di Romeo e Giulietta, narrato con le lacrime di chi sa che la propria storia sarà sempre un subito e poi. E le passioni umane del Giovane Toscanini, del gruppo di inglesi che vivono la sua FIrenze aspettando domani. E' lui Amleto? Forse si, con un dramma interiore che appartiene alla più nascosta vergogna di accettarsi per come si è. Ritratto di Jane come quello di Maria, tante anime femminili che parlano di un proprio femminile, decadente e disperato ma fiero di essere tale. Fino alla fine, fino a quando il tempo arriva a fermare l'aria che gira intorno. Come le sue amate opere ci hanno insegnato che non è necessario stravolgere il corpo per fare innovazione. E' l'eleganza del gesto a rendere immortali i personaggi e le musiche. Ci mancherà Zeffirelli anche perchè con la sua morte si è chiuso un tempo molto importante per il cinema italiano e non solo. Ma con quella forma del pensiero che lo rendeva amabile o odiabile, Zeffierlli ha lasciato il suo immutabile segno nel gesto di un uomo carico del suo dramma interiore e del suo essere se stesso in un mondo che non ha forse mai amato l'onestà del proprio infinito.

Share

 

Concorsi & Festival

Ultime Nove

Antonella Burberi . 11 Dicembre 2019
 AGLI UFFIZI I CIELI DEL RINASCIMENTO, PER LA PRIMA VOLTA, PROTAGONISTI DI UNA MOSTRA I disegni per soffitti di Michelangelo, i Sangallo e Vasari raccontanola genesi e l’ornamento di importanti edifici e chiese. Esposto, per la prima volta al pubbl...
Silvana Grippi . 11 Dicembre 2019
Silvana Grippi . 11 Dicembre 2019
DEApress . 10 Dicembre 2019
L'8 Novembre è arrivato a Firenze il flashmob di "Un Violador en tu Camnino" ideato dal collettivo Lasteris. La manifestazione organizzata da Non una di meno si è svolta attraversando quattro piazze cittadine: piazza Santissima Annunziata, Duomo...
Silvana Grippi . 10 Dicembre 2019
 - Agenzia di stampa DEAonlus -  Informazione -  Formazione - Comunicazione sociale DEApress è una redazione socialmente utile  Crea iniziative, opportunità di dialogo e scambi  Presenta nuovi autori...
Silvana Grippi . 10 Dicembre 2019
Per Natale e Anno Nuovo regala un calendaio personalalizzato   Porta le foto che vuoi regalare opppure vieni a farle c/o Studio DEApress   Alla riscoperta della testimonianza. Originalita e Talento per il 2020   Ti aspetti...
Fabrizio Cucchi . 10 Dicembre 2019
Cerchiamo persone interessate al giornalismo VOLONTARI per  ARTICOLI E VARIE RUBRICHE SCRIVETE A  REDAZIONE@DEAPRESS.COM 
Fabrizio Cucchi . 09 Dicembre 2019
Lo scandalo delle "fake news" ha svelato la credulità "delle masse", purtroppo dobbiamo ricordare che esse non sono nate con l'avvento di internet. Neppure l'arte della truffa è nata su internet, ma con internet le truffe hanno raggiunto dimensioni p...
DEApress . 09 Dicembre 2019
Riceviamo e pubblichiamo:"Fenysia presenta nelle sue stanzeLottare per scelta.C'era una volta la ResistenzaHelicon Edizione,2019di Michele Rossi Giovedì 12 dicembre , ore 17:30[ingresso libero - posti limitati] Michele Rossi ci porta nella Resisten...

Galleria DEA su YouTube