DEApress

Wednesday
Aug 21st
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Il popolo kurdo in Turchia

E-mail Stampa PDF

La nascita della Repubblica turca guidata da Mustafa Kemal Atatürk impone un modello di stato a forte impronta nazionalista che esalta la cultura, la lingua e le abitudini turche, mettendo fuori gioco le minoranze presenti nel paese. I kurdi costituiscono il gruppo predominante (circa 20 milioni) della parte sud-orientale della penisola anatolica, occupando una superficie di 230.000 kmq. Il terreno è montagnoso con cime sui 4.000 mt; la neve ricopre il Nord per cinque mesi l'anno, mentre le pianure di Urfa, Mardin e la valle del Tigri sono più temperate. Il tasso di analfabetismo è alto in quanto nel 1924 Atatürk emanò un decreto che aboliva tutte le scuole kurde, oltre a tutte le pubblicazioni in lingua kurda. Di conseguenza, la stamoa kurda circola clandestinamente. Ancora oggi, nella maggior parte dei villaggi, non c'è una scuola elementare e, dove c'è, le classi sono seguite tutte (circa 5) da un unico insegnante, a cui è permesso di parlare solo in turco. Il 72% dei kurdi si occupa dell'agricoltura e dell'allevamento, il 5,5% dell'industria e i restanti del commercio, dell'artigianato e dei servizi. Il sottosuolo è ricco di risorse ma non sono i kurdi a beneficiarne, bensì il governo turco e le potenze occidentali, che sfruttano i giacimenti minerari, in particolare le riserve di cromo: quelle situate nella zona kurda sono le più importanti al mondo.

Da tutti questi dati si comprende come, dall'epoca di Atatürk in poi, sia iniziato un periodo di devastazione culturale e fisica (un vero e proprio genocidio finalizzato alla turchizzazione dell'Anatolia) alla quale i kurdi reagiscono con forme di protesta e lotta partigiana, che vengono contrastate dal governo di Ankara con metodi tra i più disumani che la storia ricordi dai tempi di Hitler.

 

Share

Ultimo aggiornamento ( Mercoledì 24 Luglio 2019 18:35 )  

Concorsi & Festival

Ultime Nove

DEApress . 20 Agosto 2019
   Ripreso da Repubblica del 24.07.2019 Il 23 luglio è andato in scena l'incontro nell'Ufficio Ovale della Casa Bianca tra Donald Trump ed il premier pakistano Imran Khan nel corso del quale non si sono fatte attendere varie dichiarazio...
Fabrizio Cucchi . 20 Agosto 2019
CERCHIAMO VOLONTARI PER  ARTICOLI E VARIE RUBRICHE. SCRIVETE A  REDAZIONE@DEAPRESS.COM 
Silvana Grippi . 20 Agosto 2019
 - DEA Agenzia di stampa onlus -  Informazione -  Formazione - Comunicazione sociale DEApress è una redazione socialmente utile.  Crea iniziative, opportunità di dialogo e scambi  Presenta nuovi...
DEApress . 20 Agosto 2019
Volete collaborare con DEApress per diventare giornalista, fotografo/reporter o videomaker? Ci occupiamo di cultura e sociale fin dalla fine del novecento. Se avete idee e progetti scrivete a redazione@deapress.com  oppure...
DEApress . 20 Agosto 2019
 Riceviamo e comunichiamo il programma di Carrara Festival con il link qui di seguito http://www.con-vivere.it/2019/wp-content/uploads/2019/08/librettoCon-vivere2019web.pdf   Nella formazione il futuroCon-vivere Carrara Festival presenta...
Silvana Grippi . 20 Agosto 2019
https://www.youtube.com/watch?v=9o7I1bBI0HY Abbiamo trovato su internet un video che mostra come la condizione della donna in Afghanistan, specie nelle regioni più sperdute e di confine, non sia cambiata, anzi. Nel 50% dei casi, le donne vengono co...
Silvana Grippi . 20 Agosto 2019
Cari lettori e lettrici, Il centro socioculturale Didattica-Espressione-Ambiente che, si occupa fin dal 1987 di rilevare situazioni di disagio emergenti da comportamenti antropologicamente corrosi e da situazioni cancrenizzate verso un pianeta che h...
Silvana Grippi . 15 Agosto 2019
Rassegna Stampa - Bianca Petrisor - 13 agosto alle ore 23:56 - A Brasilia la marcia di oltre 3.000 donne indigene, rappresentanti di circa 100 popoli, contro lo sterminio dei popoli nativi e la distruzione d...
Silvana Grippi . 15 Agosto 2019
Un documentario per far conoscere  un grande artista della pittura e dell'incisione, Emilio Vedova, vissuto e morto a Venezia (2019-2016) che è interessante da vedere , 

Galleria DEA su YouTube