Agenzia di stampa - Informazione e Comunicazione sociale
Via Borgo Pinti 42/r - 50121 Firenze Tel./Fax: 055/234238
Registrazione Tribunale di Firenze n. 4706 del 09/07/97

Direttore Responsabile - Pio Baldelli - Capo Redattore - Silvana Grippi Fontanelli
Segreteria di Redazione - Giulio Gori - Lara Fontanelli - Alesandro Regoli
Hanno collaborato: Alessandro Badii - Francesco Barile - Sergio Biliotti - Antonella Burberi -Fernando Carrozzo
Riccardo Fratini - Sancris Grippi - Pasquale Ielo - Roberto Liardo - Marzia Matera - Marco Muratori
Shara Monteleone - Giulia Naldini Davide Pinelli - Daria Quaranta -Ilenia Venturi


- ARCHIVIO -

OTTOBRE



gennaio
| febbraio | marzo | aprile | maggio | giugno

luglio | agosto | settembre | ottobre | novembre | dicembre

Notiziario DEApress dal 1 al 31 Ottobre 2005

1385
02/10/05
Firenze
Nuovo sito web dedicato a Horst Fantazzini
(Al.Pa.)
1386
03/10/05
Firenze
Presidio studentesco
(Al.Pa.)
1387
03/10/05
Firenze
Legittimità dei debiti fuori bilancio
(N.d.R.)
1388
03/10/05
Roma
Lettera di Violante a Serventi Longhi: “affrontare l’uso estremo della Legge 30”
(N.d.R.)
1389
03/10/05
Firenze
In onda il Convegno di Micromega
(N.d.R.)
1390
03/10/05
Firenze
Le piccole e medie imprese della Cna Toscana in assemblea per definire strategie e programma di lavoro
(N.d.R.)
1391
03/10/05
Firenze
Dichiarazione di Sergio Bellocci, Responsabile nazionale dipartimento comunicazione e innovazione tecnologica del Partito della rifondazione comunista
(N.d.R.)
1392
03/10/05
Firenze
Eclissi e cerimonia ufficiale per inaugurare Pianeta Galileo
(BB)
1393
03/10/05
Firenze
La crisi dei laboratori artigiani a Firenze. Il vice presidente Barducci ha risposto ad una domanda d'attualità del gruppo de La Margherita
(N.d.R.)
1394
03/10/05
Firenze
Riapertura attività di Azione Gay e Lesbica
(N.d.R.)
1395
03/10/05
Firenze
Interventi chirurgici per la popolazione saharawi: importante progetto della Provincia e dell'Asl 10
(N.d.R.)
1396
03/10/05
Firenze
Nuovo orario degli autobus tra Firenze e Lastra a Signa
(N.d.R.)
1397
03/10/05
Firenze
Crisi aziendali in provincia: il vice presidente Barducci ha risposto ad una domanda d'attualità del gruppo di Rifondazione Comunista
(N.d.R.)
1398
03/10/05
Firenze
Il convegno "I rifiuti nei cantieri edili": l'assessore Nigi ha risposto ad una domanda d'attualità del verde Ragazzo
(N.d.R.)
1399
03/10/05
Firenze
La presentazione dell'album di Marco Parente: l'assessore Cassi ha risposto ad una domanda d'attualità del forzista Grazzini
(N.d.R.)
1400
03/10/05
Firenze
Approvata variazione di bilancio: interventi per le scuole, per l'archivio dell'ente e per la "banda larga" in Provincia
(N.d.R.)
1401
04/10/05
Firenze

Incontro-dibattito sulla repressione nel Paese Basco

(Al.Pa.)
1402
04/10/05
 
Sciopero giornalisti: dichiarazione congiunta di Enzo Carra, della Margherita, e di Giuseppe Giulietti, dei DS.
(N.d.R.)
1403
04/10/05
Roma
Unione: Labellarte, cruciale il tema della libertà dell’informazione.
(N.d.R.)
1404
04/10/05
Firenze
Il segretario provinciale Dl contro la nuova finanziaria (N.d.R.)
(N.d.R.)
1405
04/10/05
Firenze
Rinviato presidio in Piazza della Repubblica
(N.d.R.)
1406
04/10/05
Firenze
I lavori del Consiglio Provinciale di giovedì 6
(N.d.R.)
1407
04/10/05
Firenze
La fede incontra l'arte
(N.d.R.)
1408
04/10/05
Firenze
Enrico Mattei, strumento e attore di politica estera
(N.d.R.)
1409
04/10/05
Firenze

La crisi alla Eli Lilly di Sesto Fiorentino

(N.d.R.)
1410
04/10/05
Firenze
La Provincia per salvare l'Istituto Farmaceutico Militare di Firenze
(N.d.R.)
1411
04/10/05
Firenze
Mostra su Leon Battista Alberti
(N.d.R.)
1412
04/10/05
Firenze
Sponde fiume Arno: mancata manutenzione
(N.d.R.)
1413
04/10/05
Firenze
Solidarietà ad Ugo Caffaz: approvata mozione
(N.d.R.)
1414
04/10/05
Firenze
Percorso pedonale e ciclabile sulla provinciale di Molin del Piano

(N.d.R.)

1415
04/10/05
Firenze
Ricordo della Toscana a Willy Brandt
(bb)
1416
04/10/05
Firenze
Digiuno europeo per i Saharawi
(N.d.R.)
1417
04/10/05
Firenze
II giornata nazionale del Trekking Urbano
(N.d.R.)
1418
04/10/05
Firenze
La Provincia con la RSU Matec a Brescia
(N.d.R.)
1419
04/10/05
 
Energia in Europa: la "sporca trentina"
(N.d.R.)
1420
05/10/05
Roma
Dichiarazione del Segretario della FNSI
(N.d.R.)
1421
05/10/05
Bologna
Insieme a... Nadir per la pace
(N.d.R.)
1422
06/10/05
Firenze
Omaggio ai deportati militari a Berlino
(bb)
1423
06/10/05
 
Sciopero dei giornalisti il 7-8 ottobre
(N.d.R.)
1424
06/10/05
Firenze
L'Arci contro le esenzioni dell'Ici ecclesiatica"
(N.d.R.)
1425
06/10/05
Firenze
Il canto dell'anima russa
(N.d.R.)
1426
09/10/05
Firenze
Presentazione libro sulla violenza sui bambini
(N.d.R.)
1427
10/10/05
Rigomagno
«Olio-cultura» a Rigomagno
(N.d.R.)
1428
10/10/05
La seconda giornata nazionale del trekking urbano
(N.d.R.)
1429
10/10/05
Siena
Pianeta Galileo si sposta a Siena
(N.d.R.)
1430
10/10/05
Firenze
Incontro con Mario Monicelli
(N.d.R.)
1431
10/10/05
A sostegno di Giorgio e Luciana Alpi contro la querela di Taormina
(N.d.R.)
1432
10/10/05
Pontassieve
Pontassieve: incontro tra Giunta Comunale e Provinciale
(N.d.R.)
1433
Caccia, da problema a pericolo
(N.d.R.)
1434
10/10/05
Firenze
Confedilizia-Firenze: Niente Ici per la Chiesa? Sarebbe stato meglio porre un limite alle aliquote nell'interesse di tutti i contribuenti
(N.d.R.)
1435
10/10/05
Montenero d'Orcia
La campagna olearia 2005 del Frantoio Franci e i primi risultati di Olive-aid
(N.d.R.)
1436
10/10/05
Marina di Massa
Liberazione Tartaruga Marina
(N.d.R.)
1437
15/10/05
Firenze
L'ultima possibilità di riaprire il caso Lonzi
(N.d.R.)
1438
16/10/05
Rignano
Pranzo antifascista a Rignano
(N.d.R.)
1439
11/10/05
Firenze
Il paesaggio agrario del Montalbano
(N.d.R.)
         
         
         
         
         
         
         
         
         
         
         
         
         
         
         

N. 1385 - Nuovo sito web dedicato a Horst Fantazzini (N.d.R.)

Firenze, 2 ottobre 2005 - E' on line il sito (www.horstfantazzini.net) interamente dedicato alla memoria di Horst Fantazzini, il “bandito gentile”, a cura di Serena Zanzu di Hulot Firenze, Associazione che dal 2002 si occupa di promozione e distribuzione della Cinematografia Indipendente (http://www.hulot.it). Nel sito si possono consultare moltissime pagine... l'intera mostra internazionale di arte postale Bandito in bicicletta - Bandit by bicycle, con un centinaio di opere. Due pagine su Libero Fantazzini e Maria Zazzi. Grafica al computer, Racconti e Poesie di Horst Fantazzini. Biografia, bibliografia, interviste, rassegna stampa, un'intera sezione dedicata al libro e al film "Ormai è fatta!", collegamenti, incontri, e tanto altro.“Quello che il sito racconta – scrive la curatrice - attraverso l'esperienza di Horst, nato operaio da famiglia operaia, sono frammenti di vita collettiva, della seconda guerra mondiale, della resistenza fatta con il sangue degli uomini e donne liberi, di una città che si alza in piedi dopo i bombardamenti, di necessità materiali che assorbono energie da dedicare alla rivoluzione imminente, del boom economico, fino alla recessione attuale... del sentirsi <<straniero>> ovunque, come i migranti che arrivano oggi in Italia e ai quali Horst il "tedesco" dedica uno dei suoi racconti più belli... delle rapine che servono a riprendersi il maltolto generazionale, ciò che spetta di diritto per semplice associazione: tanto mi hanno preso e tanto debbo riavere... del carcere che, come un camaleonte, non cambia mai di sostanza, ma si adatta in superficie alla sua funzione di grande contenitore dei disagi sociali... di amori impediti dalle sbarre o resi ancora più struggenti dalla solitudine della cella, di compagni comunisti e anarchici rimasti "impigliati nel filo spinato dei lager di stato", di siringhe e saldi di fine stagione che più dei manganelli distruggono le forze di una rivoluzione che pareva imminente.

N. 1386 – Presidio studentesco contro le cariche del 30 settembre (N.d.R.)

Firenze, 03 ottobre 2005 - Gli studenti del Liceo Rodolico organizzano per mercoledì 5 ottobre, dalla mattina alle 9.00, un presidio in Piazza della Repubblica per manifestare contro la violenza gratuita della polizia alla manifestazione di sabato 1 ottobre. Alla manifestazione contro il comizio del leghista Borghezio, la polizia ha caricato (a manifestazione quasi conclusa) manganellando un gruppo di giovani, uno dei quali è finito all'ospedale con la testa rotta.

N. 1387 - Riconoscimento di legittimità dei debiti fuori bilancio, via libera da parte del Consiglio provinciale (N.d.R.)

Firenze, 3 ottobre 2005 - Il Consiglio provinciale ha approvato il riconoscimento di legittimità dei debiti fuori bilancio. "Con questo atto - ha spiegato l'assessore al bilancio Alessandro Lo Presti - andiamo a riconoscere questi debiti che, nella maggior parte dei casi riguardano cause legali che duravano da tempo". Per Sottani (Ds): "Si tratta di questioni serie ed importanti. Siamo chiamati a decidere di fronte a sentenze, quindi siamo chiamati a operarci per dare effettività a questa sentenza, non dando questa operatività, creeremmo un danno erariale a questa Provincia, perché incorriamo nel rischio di dover diffondere i danni".

N. 1388 - Lettera di Violante a Serventi Longhi: “affrontare l’uso estremo della Legge 30” (N.d.R.)

Firenze, 03 ottobre 2005 - Il Presidente del Gruppo DS della Camera dei Deputati, On. Luciano Violante, ha inviato al Segretario Generale della Fnsi, Paolo Serventi Longhi, una lettera nella quale sottolinea “l'importanza che, anche per questa via, si comincino ad affrontare le preoccupazioni determinate dall'uso estremo di forme di accesso al lavoro, come tante di quelle temporanee e occasionali introdotte con la legge n, 30, che finiscono per distorcere le esigenze della flessibilità a favore di un'espansione incontrollata della precarietà.

“Per quanto l'esigenza di regole adeguate a un moderno mercato del lavoro investa l'intero mondo del lavoro dipendente, e particolarmente le nuove generazioni, è evidente il carattere determinante che le tutele individuali e collettive assumono in un settore delicato qual è quello dell'informazione.”

N. 1389 – In onda il Convegno di Micromega (N.d.R.)

3 ottobre, 2005 - Martedì 4 Ottobre alle ore 21:00 il canale satellitare Nessuno Tv manderà in onda la registrazione fatta da Arcoiris Tv presso il convegno organizzato da Micromega a Roma il giorno 01/09/2005 presso l'Università degli Studi Roma Tre.In più sempre il canale satellitare Nessuno Tv trasmetterà la stessa ripresa in replica il giorno successivo.

N. 1390 - Le piccole e medie imprese della Cna Toscana in assemblea per definire strategie e programma di lavoro (N.d.R.)

Firenze, 3 ottobre 2005 - Domani, martedì 4 ottobre, a Firenze (Hotel Londra - via J. da Diacceto,18), con inizio alle ore 10,00 si terrà la prima assemblea di CNA PMI Toscana, il gruppo di interesse nato ufficialmente nello scorso mese di luglio. Al centro dell'incontro la individuazione di iniziative da organizzarsi entro la fine dell'anno, il piano di attività per il 2006 e il programma di mandato (2005-2009). "CNA PMI Toscana -afferma il direttore CNA Toscana, Armando Prunecchi- è la rappresentanza e la valorizzazione della piccola e media industria della nostra regione. Una nuova sfida per CNA Toscana, l'associazione storicamente più rappresentativa dell'artigianato, una sfida che aiuterà anche la nostra organizzazione a crescere, ma che mira in particolare allo sviluppo delle imprese nella coesione sociale quindi valorizzando al massimo il loro capitale umano". "Innovazione, credito, risorse umane -commenta il presidente CNA PMI Toscana, Luca Tonini- saranno al centro della nostra politica sindacale di rappresentanza del mondo delle pmi, con un'attenzione particolare alla formazione di una nuova classe dirigente: è importante investire sui giovani, l'energia e la forza che i giovani possono mettere nel lavoro sono la soluzione per il futuro". Le piccole imprese di produzione e servizi in Toscana sono 38.245 (dati al 31-12-04 escluso agricoltura, commercio e turismo). La media è di 7,31 addetti totali per impresa, di cui 6,29 sono addetti subordinati; quindi le 38.245 piccole imprese di produzione e servizi della Toscana hanno 279.571 addetti in totale, di cui 240.561 addetti subordinati.

N. 1391 - Dichiarazione di Sergio Bellocci, Responsabile nazionale dipartimento comunicazione e innovazione tecnologica del Partito della rifondazione comunista (N.d.R.)

Roma, 03 ottobre 2005. - Non possiamo che rinnovare la solidarietà ai giornalisti e alla FNSI per lo sciopero appena terminato. Come lavoratori e lavoratrici dei sistemi d’informazione le loro condizioni di lavoro non possono essere precarie, rendendo ricattabile chi opera in questo fondamentale e delicatissimo settore. Chiunque non è completamente assuefatto ai proclami liberisti sa che la qualità delle condizioni di lavoro si traduce immediatamente in qualità del servizio prodotto. Vogliamo un sistema d’informazione di qualità e pluralista. Per questo devono essere garantiti gli operatori che ci lavorano. Altrimenti vince il modello McDonald nell’informazione: lavori dequalificati, senza garanzie, per prodotti che fanno male alla salute. Nei primi 100 giorni di vita di un probabile governo dell’Unione si dovrà abolire la legge 30. Bisogna ricostruire un sistema di garanzie e diritti per tutti i lavoratori e per tutte le lavoratrici. Abbattere i monopoli dell’informazione sarà una naturale conseguenza.

N. 1392 - Eclissi e cerimonia ufficiale per inaugurare Pianeta Galileo (BB)

Firenze, 3 ottobre 2005 - Oggi, taglio del nastro di Pianeta Galileo. Per tutto il mese di ottobre fino al 7 novembre iniziative dedicate alla scienza in tutte le province toscane. L'appuntamento con l'eclissi anulare di sole, fissato per questa mattina presso l'osservatorio di Arcetri ma purtroppo "annebbiato" dal maltempo e la cerimonia ufficiale, questo pomeriggio, presso il rettorato in piazza San Marco, hanno dato il via, oggi, a Pianeta Galileo, un mese di iniziative dedicate ai piaceri della scienza. Una quindicina di studenti del liceo Galileo di Firenze si erano dati appuntamento con il professor Franco Pacini, astronomo dell'istituto, per osservare, attraverso il grande telescopio dell'osservatorio, il fenomeno che però è stato "annullato" causa nuvole. La giornata inaugurale di Pianeta Galileo è continuata nel pomeriggio presso il rettorato dove sono intervenuti il presidente del Consiglio regionale Riccardo Nencini, l'assessore regionale all'istruzione Gianfranco Simoncini, l'assessore comunale alla cultura Simone Siliani, l'assessore provinciale all'economia Alessandro Lo Presti e il prorettore dell'ateneo fiorentino Luciano Mecacci. "Con la seconda edizione di Pianeta Galileo -ha detto Nencini- abbiamo raggiunto gli obbiettivi che ci eravamo fissati nel 2004: estendere le iniziative a tutte le province della Toscana, mettendo in batteria 20mila studenti e raddoppiando il numero degli eventi e dimostrare che la nostra Regione non è solo arte ma anche terra di scoperte scientifiche". Pianeta Galileo vi dà appuntamento nei prossimi giorni. Segnaliamo a Firenze: martedì 4 ottobre, ore 10.00 al Mandela Forum (Viale Malta 4) l'incontro su "Scienza del clima e geologia"; mercoledì 5 alle 10.00 al Mandela Forum, il dibattito su "La relatività e le sue implicazioni astrofisiche" e alle 17.00 a Palazzo Medici Riccardi, Sala Est/Ovest (via Ginori 12) "La genesi della corteccia cerebrale"; giovedì 6 alle 10.00 al Mandela Forum "L'impegno culturale dei fisici italiani" e a Palazzo Medici Riccardi "L'energia nucleare"; sabato 8 ottobre, ore 10.00 al Mandela Forum "L'impegno culturale dei fisici italiani".

N. 1393 - La crisi dei laboratori artigiani a Firenze. Il vice presidente Barducci ha risposto ad una domanda d'attualità del gruppo de La Margherita (N.d.R.)

Firenze, 3 ottobre 2005 - Il vice Presidente della Provincia Andrea Barducci ha risposto in Consiglio provinciale ad una domanda del gruppo de La Margherita (Ermini, Londi e Giunti) sulla crisi dei laboratori artigianali a Firenze. "C'è una tendenza che porta ad una scomparsa di antichi mestieri e di professioni artigianali. Come Provincia puntiamo a mettere in campo alcune iniziative che aiutino a far conoscere i laboratori artigianali fiorentini e mettere in condizione i più giovani di potersi appassionare, conoscere e proseguire o intraprendere determinate attività. Sul tessuto artigianale - ha spiegato Barducci - esiste un interesse ed un impegno di soggetti istituzionali: il comune di Firenze e l'amministrazione provinciale, ma anche le associazioni di categoria dell'artigianato. Il tema è all'ordine del giorno è c'è la sensibilità per risolvere la situazione". Ermini ha sottolineato come "Il problema non interessi solo Firenze ma tutti i centri più o meno grandi della Provincia. Su alcune questioni non possiamo intervenire perché di stretta competenza di altri enti istituzionali ma ci sono anche movimenti di mercato e movimenti economici che possono vedere responsabile o comunque attiva la Provincia e, come Consiglio provinciale, questo problema potremmo affrontarlo anche in futuro".

N.1394 – Riapertura attività di Azione Gay e Lesbica (N.d.R.)

Firenze, 3 ottobre 2005 - Azione Gay e Lesbica INVITA tutti - tutte - tutt* SABATO 8 OTTOBRE dalle 19 in poi alla serata ufficiale di riapertura delle attività FABULOUSLY ! Video - Musica- Svago/svacco In Via Pisana 32/34r CAP 50143 Firenze (Zona Porta di San Frediano, Ataf linea 6) Telefono 055 220 250 Email info@azionegayelesbica.it Sito (in ristrutturazione) www.azionegayelesbica.it

N. 1395 - Interventi chirurgici per la popolazione saharawi: importante progetto della Provincia e dell'Asl 10 (N.d.R.)

Firenze, 3 ottobre 2005 - L'assessorato alle Politiche Sociali e la VII Commissione Consiliare: Pace, gemellaggi e rapporti internazionali (composta da Massimo Lensi, Campi Gloria, Leonardo Comucci, Massimo Marconcini, Piergiuseppe Massai, Massimo Mattei, Renato Romei, Massimo Sottani, Sandro Targetti, Federico Tondi) con l'Azienda Sanitaria 10 di Firenze, di concerto con l'Ospedale "San Giovanni di Dio" a Torregalli e l'Ospedale di "Santa Maria Annunziata" di Ponte a Niccheri ha stretto un patto di amicizia e gemellaggio con l'ospedale nazionale Saharawi "Bachir Saleh" mirati ad offrire un intervento chirurgico urgente completamente gratuito ogni mese o, al massimo ogni due mesi (in quanto i Saharawi non hanno assistenza sanitaria, se non per Pronto Soccorso, giungendo in Italia con passaporto algerino e quindi non avendo diritto a permesso di soggiorno per cure mediche). "E' un progetto specifico e mirato - ha sottolineato la Presidente della VII Commissione consiliare Eluisa Lo Presti - per interventi di media o alta specializzazione". L'assessore alle Politiche sociali Alessandro Martini ha sottolineato come: "Il rapporto tra la Provincia e la popolazione Saharawi è, ormai, trentennale. Un vero patto di amicizia e gemellaggio - ha aggiunto Martini - che si concretizza con questo progetto medico-sanitario". L'Asl ha stanziato 38.000 euro per consentire il ricovero di queste persone e si pensa di riuscire ad operare almeno 10 persone l'anno. Una delegazione dell'Azienda sanitaria andrà, inoltre, una volta l'anno in missione, direttamente negli accampamenti del deserto.

N. 1396 - Nuovo orario degli autobus tra Firenze e Lastra a Signa (N.d.R.)

Firenze, 3 ottobre 2005 - Incremento di utenza sugli autobus nelle corse tra Lastra a Signa e Firenze. Da lunedì 3 ottobre parte il nuovo orario. Corse scolastiche: vengono prolungate due corse da Lastra a Signa a via del Filarete (Istituto Meucci e Galilei) esercitate dalla Scarl Piubus nei seguenti orari: Empoli 6.40 - Lastra a Signa 7.20 - Meucci/Galilei 7.47. Meucci/Galilei 14 - Lastra a Signa 14.32 - Empoli 15.12. in totale gli utenti a Lastra a Signa avranno 5 corse via superstrada per arrivare a Firenze transitanti alle 6.57, due alle 7.20 (con corsa bis pronta a partire qualora ve ne sia la necessità), 7.25. Inserimento di una navetta (721) in partenza da Cadorna alle ore 14.20 per garantire l'interscambio con la corsa scolastica delle 13.25 in partenza da Firenze della linea 72. E' anticipata la partenza della corsa Montelupo - Firenze dalle 6.55 alle 6.45 per far arrivare in tempo gli studenti a scuola. E' anticipata la navetta Malmantile - Lastra a Signa (721) dalle 6.58 alle 6.53 per l'interscambio con la corsa Lastra a Signa - Firenze (72) delle ore 7.15. E' stata inserita la navetta Spazzavento - Lastra a Signa alle ore 6.30 per l'interscambio con la corsa Lastra a Signa - Firenze (72) delle ore 6.57 via superstrada. Quando gli autobus arrivano a Firenze è previsto l'instradamento di tutte le corse da via del Sansovino a via del Pollaiolo per usufruire della corsia preferenziale. Per i lavoratori: variazione dell'instradamento (da superstrada a strada normale) della corsa Signa - Firenze delle ore 12.40 per agevolare i lavoratori della zona Viottolone. Un anticipo della corsa 72 Signa - Firenze dalle ore 6.05 alle ore 6. L'inserimento di una corsa in partenza da Lastra a Signa (723) per permettere all'utenza di raggiungere la Stazione di Signa alle ore 7.05. Inserimento della nuova navetta Porto di Mezzo - Lastra a Signa (722) con partenza alle 6.55 per l'interscambio con la corsa Lastra a Signa - Firenze (72) delle ore 7.05 per i lavoratori di Careggi. Anticipi delle corse Montelupo - Firenze dalle 7.15 alle 6.55 e dalle 7.35 alle 7.25. Verrà, infine, approntata una nuova corsa (orario da definire) da Montelupo, in transito da Signa alle 8.20.

N. 1397 - Crisi aziendali in provincia: il vice presidente Barducci ha risposto ad una domanda d'attualità del gruppo di Rifondazione Comunista (N.d.R.)

Firenze, 3 ottobre 2005 - Le vertenze della Gesind ed RP Giotto di Rignano sull'Arno, Informa News di Campi Bisenzio, Esaote ed Electrolux sono state al centro di una serie di domande d'attualità del gruppo di Rifondazione Comunista alle quali ha risposto il vice Presidente della Provincia Andrea Barducci: "La quantità delle domande evidenzia il perdurare di uno stato di difficoltà e di crisi, anche acuta, del nostro tessuto produttivo. Dobbiamo sottolineare , con preoccupazione, la situazione che sta vivendo il Valdarno, con episodi nuovi, che si stanno aggiungendo a quelli che già conoscevamo. Non diamo esiti scontati nelle vicende che riguardano grandi aziende meccaniche come Electrolux, Matec ed Esaote. L'Amministrazione provinciale si sente impegnata direttamente e ha mobilitato tutte le sue possibilità istituzionali. Dobbiamo dar corso a una serie di punti già contenuti nel patto per lo sviluppo per rispondere, almeno in parte, ai problemi di criticità che abbiamo. Il patto ha l'ambizione di ricreare condizioni utili e significative per lo sviluppo. Esaote ha la possibilità di rimanere sul mercato, l'Electrolux può essere gestita senza bisogno di arrivare allo smantellamento del complesso industriale e questo vale anche per la Matec". Calò ha rimarcato le tante crisi che vive il territorio: "Non solo nell'industria ma anche nel settore tessile, nel settore abbigliamento, in gran parte dei settori trainanti nella Provincia di Firenze. All'Electrolux Zanussi sono stati annunciati 192 licenziamenti, 181 operai ed 11 impiegati; 111 di questi lasceranno la Zanussi il 30 dicembre, senza se e senza ma, mentre la Matec ha ottenuto quattro settimane di proroga sulla mobilità, i licenziamenti avverranno il primo gennaio. Dalla Provincia ci aspettiamo uno scatto in avanti, un maggiore protagonismo su questo dramma sociale, una maggiore concretezza nel fare rispettare i patti. E' intenzione della Provincia di riconvocare tutte le rappresentanze sociali e imprenditoriali ad un tavolo, vorremmo sapere quando questo tavolo c'è, quando le parti imprenditoriali daranno la loro disponibilità e cosa farà la Provincia se le parti imprenditoriali continuano a delocalizzare, ad applicare la legge 30, a violare i ritmi, a violare i turni, a non rispettare i diritti e le prerogative dei lavoratori".

N. 1398 - Il convegno "I rifiuti nei cantieri edili": l'assessore Nigi ha risposto ad una domanda d'attualità del verde Ragazzo (N.d.R.)

Firenze, 3 ottobre 2005 - Mercoledì 5 novembre, presso la sala Est-Ovest della Provincia si svolgerà un convegno sul tema "I rifiuti nei cantieri edili". L'assessore all'ambiente Luigi Nigi ha risposto, in Consiglio provinciale, ad una domanda d'attualità del capogruppo dei Verdi Luca Ragazzo che chiedeva come mai tra i relatori del convegno fosse stato invitato anche un rappresentante della ditta Masan Srl che pare coinvolta in un'inchiesta su un traffico illecito di rifiuti. "Abbiamo valutato attentamente la situazione - ha spiegato Nigi - e non essendo noi i diretti organizzatori del convegno non abbiamo provveduto agli inviti. Non abbiamo ravvisato gli estremi, almeno allo stato delle nostre informazioni, di ritirare la partecipazione anche se il Presidente, d'accordo con la Giunta, non sarà presente. L'assessore Giorgetti sarà presente per conto dell'amministrazione". Ragazzo si è detto soddisfatto del fatto che "C'è stata una discussione, una riflessione ed anche un minimo di imbarazzo. Nessun in bocca al lupo all'assessore Giorgetti che spero ci riporterà quello che, secondo la ditta Masan, è l'attività migliore per quanto riguarda le operazioni di smaltimento e recupero".

N. 1399 - La presentazione dell'album di Marco Parente: l'assessore Cassi ha risposto ad una domanda d'attualità del forzista Grazzini (N.d.R.)

Firenze, 3 ottobre 2005 - La presentazione dell'album musicale del cantautore Marco Parente è stata al centro di una domanda d'attualità, in Consiglio provinciale del capogruppo di Forza Italia Graziano Grazzini alla quale ha risposto l'assessore alla cultura Maria Cassi. " Ogni manifestazione artistica ha, o dovrebbe avere, una rilevanza istituzionale. Non esiste una consuetudine secondo la quale i cantautori locali possono presentare i loro lavori nella sede della Provincia ma sarebbe auspicabile che la si avviasse come pratica comune - ha sottolineato l'assessore Cassi - non ritengo ci debba essere differenza tra la presentazione di opere pittoriche, mostre o libri od opere musicali: mi pare che siano tutte forme di arte, suscettibili o non a logiche commerciali. Qualsiasi artista dovrebbe poter usufruire di queste possibilità, ma non allo scopo di lanciare il proprio prodotto, lo scopo è quello di stimolare gli artisti a sentirsi parte di un tutto con la comunità e le istituzioni. All'ente non è stata corrisposta alcuna quota per l'utilizzo del Palazzo poiché l'iniziativa rientra in quello spirito di servizio per cui l'istituzione ospita e promuove occasioni artistiche".

N. 1400 - Approvata variazione di bilancio: interventi per le scuole, per l'archivio dell'ente e per la "banda larga" in Provincia (N.d.R.)

Firenze, 3 ottobre 2005 - Il Consiglio provinciale ha approvato con 18 voti a favore ed un astenuto (Ragazzo dei Verdi) la variazione al bilancio di previsione 2005. I gruppi della Casa delle Libertà e di Rifondazione Comunista sono usciti dall'aula al momento del voto. "L'obiettivo fondamentale di questa deliberazione - ha spiegato l'assessore al bilancio Alessandro Lo Presti - è il finanziamento di alcuni interventi per le scuole, il finanziamento di un progetto per l'archivio dell'ente, e il finanziamento, del progetto di infrastrutturazione della banda larga sempre per la Provincia di Firenze". Ragazzo ha motivato la sua astensione in quanto "La dimensione politica dei Verdi in Consiglio è ancora da definire, siamo ancora in una crisi, aspettiamo l'esito finale per avere poi di nuovo fiducia nel Presidente e nella Giunta. Siamo d'accordo con queste variazioni, sia sulla banda larga che sulle scuole, ma ci sono anche altre priorità che questo Consiglio ha votato, con ordini del giorno di accompagnamento al bilancio, in relazione ai rifiuti, alla raccolta differenziata ed alla riduzione. Speravamo che queste priorità venissero considerate e messe con precisione in una scaletta di variazione di bilancio". Per Sottani (Ds): "Le difficoltà della Provincia e, più in generale di tutte il Province è quella del rispetto del patto di stabilità che sta rendendo assolutamente difficile la vita a tutti gli enti e che sta pesantemente entrando nella vita delle persone e delle aziende. Questo provvedimento mette gli enti di fronte a un dilemma: onorare gli impegni assunti attraverso la sottoscrizione di contratti e delibere o è invece meglio ritardare i pagamenti per non cadere sotto la scure del mancato rispetto del patto di stabilità con tutte le conseguenze che ne derivano, che sono pesantissime perché relative all'assunzione di mutui, all'assunzione di personale, e quindi allo svolgimento della propria attività. Quindi è un quadro realmente difficile".

N. 1401 – Incontro-dibattito sulla repressione nel Paese Basco (Al. Pa.)

Martedì, 4 ottobre 2005 - Giovedi' 6 ottobre al Cpa Firenze sud, (Via Villamagna 27/a) alle ore 21.30, incontro sul tema: “Paese Basco, laboratorio europeo della repressione. L’attacco alla libertà di associazione contro le lotte del movimento basco e dei movimenti europei”. Parteciperanno Julen Arzuaga, dell’Osservatorio basco per i diritti umani, e un rappresentante del movimento giovanile della Sinistra indipendentista basca. Alle 20.30 è prevista una cena sociale di sottoscrizione. L’iniziativa è promossa all’interno della Campagna Nazionale contro l’Art. 270 C.P. e tutti i reati associativi. I promotori sottolineano che: “in questi anni l'intero movimento indipendentista Basco è stato attaccato e criminalizzato dalla Magistratura spagnola con la strumentale accusa di "terrorismo". Con l’accusa di sostenerlo sono state messe fuorilegge le organizzazioni giovanili, i loro membri arrestati, chiusi o sgomberati i loro luoghi di aggregazione. I teoremi orditi contro quel movimento rappresentano la sperimentazione di nuove leggi "antiterrorismo", recentemente varate anche in Europa, ed in Italia conl’inasprimento dell’articolo 270 del codice penale attraverso la legge Pisanu.” Durante la serata sarà in distribuzione il manuale di difesa legale, a cura del Comitato Promotore della Campagna. Info e richiesta materiali: reati_associativi-owner@inventati.org - http://www.inventati.org/reati_associativi

N. 1402 - Sciopero giornalisti: dichiarazione congiunta di Enzo Carra, della Margherita, e di Giuseppe Giulietti, dei DS. (N.d.R.)

4 ottobre 2005 – “Innanzitutto, dobbiamo rilevare la forte adesione che c’è stata nello sciopero dei giornalisti. D’altra parte, però, dobbiamo anche constatare anche una grande responsabilità del governo, che in tutti questi anni non è stato capace di porta all’approvazione una legge sull’editoria, mentre ha creato situazioni di obiettivo disagio tra gli editori, i quali hanno anche loro una responsabilità nel deteriorarsi della qualità del rapporto tra giornalisti e gruppi editoriali. Non si può pensare che il problema della libertà di stampa e quello sovrastante del conflitto d’interessi siano slegati dalle condizioni dalle garanzie contrattuali dei giornalisti italiani. Se è praticamente impossibile chiedere alla maggioranza parlamentare di esercitare una sensibilità in questa campo, essenziale per la democrazia, l’opposizione dovrà preparare già nel programma del futuro governo una piattaforma sostenibile per l’editoria, che rimetta al suo centro anche il rapporto con i professionisti dell’informazione.”

N. 1403 – Unione: Labellarte, cruciale il tema della libertà dell’informazione. (N.d.R.)

Roma, 4 ottobre 2005 - “La questione della libertà e del pluralismo dell’informazione – afferma il senatore dello Sdi, Gerardo Labellarte, membro della commissione di vigilanza sulla Rai - deve continuare ad essere un tema cruciale dell’impegno politico dell’Unione e non può essere disgiunto dai timori e dalle preoccupazioni dei giornalisti, impegnati in un difficilissimo rinnovo contrattuale. Non c’è dubbio che alcune questioni in particolare, sono determinanti per il futuro stesso dell’informazione e dovrebbero entrare a far parte del programma del centrosinistra e degli impegni che prenderà con gli elettori per il futuro governo del Paese. È il caso, ad esempio, della flessibilità, uno strumento contrattuale che può essere utilizzato per costruire redazioni asservite agli interessi politici dell’editore, dove al giornalista “flessibilizzato” non resta che dire sempre sì. È evidente – conclude l’esponente socialista - che quando si affronta la materia contrattuale del settore editoriale, occorre tener conto della peculiarità del lavoro giornalistico, che se da una parte è inevitabilmente soggetto alle leggi del mercato, e deve quindi anche tener conto degli equilibri dei conti dell’impresa editoriale, dall’altra viene svilito e svuotato di ogni impulso creativo, tipico del lavoro intellettuale, quando gli si impongono vincoli estranei alla sua professione”.

N. 1404 - Il segretario provinciale Dl – La Margherita, Nicola Danti, contro la nuova finanziaria (N.d.R.)

Firenze, 4 ottobre 2005 - “Questa finanziaria è un deliberato attacco politico rivolto ai governi locali dove la destra ha dimostrato di non saper governare; tanto che i cittadini non gli hanno rinnovato la fiducia nelle elezioni amministrative dal 2001 in poi, affidando, invece, le amministrazioni locali al centrosinistra. Adesso, con questa finanziaria, il centrodestra cerca di mettere in difficoltà l’operato dei nostri amministratori”.

N. 1405 - Rinviato presidio in Piazza della Repubblica (N.d.R.)

Firenze, 4 ottobre 2005 - La questura non ha concesso il permesso per l'annunciato presidio di
mercoledì mattina in piazza della repubblica. Il presidio era stato indetto dagli studenti del Liceo Rodolico per protesta contro la polizia per le violenze di sabato scorso. Il presidio è comunque rinviato a breve.

N. 1406 - I lavori del Consiglio Provinciale di giovedì 6 (N.d.R.)
Urbanistica, bilancio ed Agenda 21 tra le delibere all'Ordine del Giorno
(4 ottobre 2005) - Il Consiglio provinciale di giovedì 6 ottobre, dalle ore 15.30, sarà aperto dalle delibere dell'assessore all'urbanistica Tiziano Lepri sulla ratifica dell'accordo di Pianificazione ai fini dell'approvazione della variante al PRG del Comune di Firenze relativa al "Programma 20.000 abitazioni in affitto" e per la contestuale variazione al PTCP della Provincia di Firenze; sulla ratifica dell'intesa preliminare per l'accordo di pianificazione relativo al procedimento di formazione del Piano Strutturale del Comune di San Piero a Sieve e sulla variante al PRG 2004 del Comune di Firenze. Delibere dell'assessore al bilancio Alessandro Lo Presti sulla modifica del Regolamento di Contabilità della Provincia di Firenze e sul Servizio di Tesoreria. Delibera del Presidente Matteo Renzi sull'Agenda 21 della Provincia di Firenze. Approvazione del Piano di Azione locale per la sostenibilità. A seguire una comunicazione dell'assessore Lo Presti sulla Finanziaria 2006: effetti sul bilancio pluriennale della Provincia di Firenze.

N. 1407 - La fede incontra l'arte (N.d.R.)
Firenze, 4 ottobre 2005 - La chiesa di Santa Maria Novella straordinariamente aperta al pubblico e illuminata. L'evento è fissato per giovedì 6 ottobre, dalle 20 alle 23, e rientra negli appuntamenti organizzati in occasione del decennale di Ars et Fides Firenze. Dopo il grande successo dell'apertura contemporanea di San Lorenzo e delle Cappelle Medicee, e poi di Santa Croce, torna un suggestivo spettacolo di luci e colori, come sempre con la possibilità di vedere la chiesa in tutto il suo splendore. Saranno i volontari dell'associazione Ars et Fides Firenze, coordinati da Niccolò Torrini, a guidare a rotazione e in più gruppi i visitatori alla scoperta della chiesa, della sua storia, dei suoi segreti e dei suoi tesori nascosti. Il tutto in maniera completamente gratuita. Tutte le visite, in base all'impostazione ormai caratteristica data a questi eventi culturali, cercheranno di mettere in luce aneddoti e curiosità legati alle varie chiese, tra fede, storia e leggenda: dal perché dell'abito bianco e nero dei domenicani, al richiamo alla Croce nella forma e nell'arredo di Santa Croce. Una formula che ha già riscosso un enorme successo da parte del pubblico: da maggio a oggi, alle visite hanno partecipato circa 8mila persone, 3mila delle quali solo giovedì scorso in San Lorenzo e Cappelle Medicee. Le visite partiranno a rotazione e basta quindi presentarsi in chiesa ed attendere il formarsi di un gruppo, senza prenotare.


N. 1408 - Enrico Mattei, strumento e attore di politica estera (N.d.R.)
Firenze, 4 ottobre 2005 - Petrolio e politica. Mattei in Marocco (Polistampa, pp. 424, euro 24) è il primo studio rigoroso della politica estera italiana, operata da Enrico Mattei in Marocco, e approda a un brusco ridimensionamento del mito del petroliere. Il volume, nono della collana «Storia delle relazioni internazionali» diretta dal professor Ennio Di Nolfo, è stato scritto da Bruna Bagnato, giovane docente di Storia delle relazioni internazionali all'Università di Firenze e sarà presentato giovedì 6 ottobre 2005 alle ore 17.00, alla Sala Teatina del Centro Internazionale
Studenti "Giorgio La Pira" di Firenze, via de' Pescioni n. 3. Ne discuteranno con l'autrice Corrado Corghi, Francesco Margiotta Broglio; coordina l'incontro Maurizio Certini.
Il libro, sulla base di una documentazione prevalentemente archivistica, lontana dai ritratti a tinte tenui del presidente dell'ENI forniti dalla saggistica del passato, individua le ragioni, più politiche e strategiche che economiche, che portarono Mattei a costruire con il Marocco quel rapporto privilegiato che è poi rimasto inalterato negli anni, nonostante il mutare del quadro internazionale. Attraverso un'attenta ricostruzione dei rapporti intessuti col Marocco tra il 1958 e il 1962 da Mattei, Gronchi, Fanfani e, un poco in secondo piano, La Pira, l'autrice ci restituisce un'immagine del petroliere "strumento e al contempo attore di politica estera". Afferma Ennio Di Nolfo: "L'Italia fu combattuta in quegli anni tra la lealtà verso l'Alleanza Atlantica e 'opportunità di un'autonoma presenza nel Mediterraneo, tra la fedeltà alla NATO e in particolare alla Francia e un ruolo indipendente e di rilievo nella politica economica in Africa". Fu dunque la possibilità di stringere legami con uno Stato affacciato sul Mediterraneo e da pochi anni indipendente, più che le sue non abbondanti risorse di greggio, a far costruire all'ENI nel '59 gli impianti di estrazione, raffinazione e trasporto più moderni dell'epoca. Ragioni opposte a quelle della corsa al petrolio di Mattei e dell'ENI in Egitto, paese più ricco di oro nero ma dalla posizione internazionale assai più incerta. Nella stessa collana Massimiliano Cricco affrontava la corsa al petrolio in Libia negli anni dal 1949 al 1973 ne Il Petrolio dei Senussi (Polistampa 2002). La politica italiana nel mondo arabo mediorientale e in particolare in Egitto è stato invece il tema del saggio di Alberto Tonini Il sogno proibito. Mattei, il petrolio arabo e le 'sette sorelle', pubblicato l'anno successivo in «Storia delle relazioni internazionali». Oggi Bruna Bagnato colma lo spazio lasciato dalle analisi di Cricco e Tonini, facendo luce completa sulle ragioni della nuova e dinamica stagione della politica italiana nel Mediterraneo a partire dagli anni Cinquanta.

N. 1409 - LA CRISI ALLA ELI LILLY DI SESTO FIORENTINO (N.d.R.)
Firenze, 4 ottobre 2005 - Il gruppo di Rifondazione Comunista alla Provincia ha presentato una domanda d'attualità sulla situazione alla ELI LILLY di Sesto Fiorentino, relativa al mancato avvio dei progetti di investimento per oltre 250 milioni di euro, annunciati già due anni fa , nonché al deterioramento delle relazioni sindacali interne all'azienda, con pesanti intimidazioni ai rappresentanti sindacali per non aver siglato un accordo. I consiglieri del PRC denunciano inoltre il fatto che la Lilly (multinazionale americana) non riconosce le organizzazioni sindacali in completo dispregio della Legge 300 e chiedono al Presidente della Provincia ed all'Assessore competente quali azioni intendano portare avanti per ricondurre la dirigenza aziendale della Eli Lilly al rispetto delle leggi e delle normative italiane che regolano i rapporti e le relazioni sindacali.


N. 1410 - LA PROVINCIA PER SALVARE L'ISTITUTO FARMACEUTICO MILITARE DI FIRENZE (N.d.R.)
Firenze, 4 ottobre 2005 - Approvato, all'unanimità, dal Consiglio provinciale di Firenze un documento sullo Stabilimento Chimico Farmaceutico Militare di Firenze che rischia seriamente di chiudere. Nel processo di riforma iniziato dal Ministero della Difesa nel novembre del 2000 il Farmaceutico Militare di Firenze, insieme ad altri 9 Enti distribuiti nel territorio Italiano, è stato inserito alle dipendenze di una sorta di Agenzia denominata A.I.D. Agenzie Industrie Difesa con la finalità di ridurne i costi di gestione pretendendo allo stesso modo, con criteri di economicità ed efficacia della gestione, il perseguimento dell'equilibrio economico-finanziario. Considerando il fatto che l'unico dato favorevole sul bilancio presentato dall'AID in questi ultimi tre anni scaturisce dal solo taglio del personale (37 esuberi fra cui molte figure indispensabili per il funzionamento dell'Ente) e dal drastico taglio economico dei fondi compromettendo seriamente quelli di gestione primari. Per i dipendenti esiste un disegno predeterminato che ha come fine ultimo la chiusura dell'Ente attraverso una progressiva anemizzazione delle risorse e dei mezzi necessari al suo sostentamento. Per questo la Provincia assumerà le opportune iniziative di sensibilizzazione verso il Governo, il Ministro della Difesa, il Ministro della Salute, i Senatori e i Deputati eletti in Toscana al fine di mantenere in vita, nel proprio territorio provinciale, una struttura strategicamente utile ed essenziale per il bene della collettività e del Paese".

N. 1411 - Mostra su Leon Battista Alberti (N.d.R.)

Firenze, 4 ottobre 2005 - Giovedì 6 ottobre alle ore 11.00, il Comitato nazionale VI centenario della nascita di Leon Battista Alberti, PRESSO LA BIBLIOTECA MEDICEA LAURENZIANA, PRESENTA ALLA STAMPA LA MOSTRA su Leon Battista Alberti. A sei secoli dalla nascita di Leon Battista Alberti (18 febbraio 1404) la Biblioteca Medicea Laurenziana, in collaborazione con il Comitato nazionale VI centenario della nascita di Leon Battista Alberti, l'Ente Cassa di Risparmio di Firenze, la Regione Toscana e il Centro di Studi sul Classicismo di Arezzo, allestisce una mostra bibliografica che focalizza l'attenzione sulla figura di Alberti come umanista, rapportando la sua esperienza architettonica e artistica e la sua vasta produzione letteraria ad un nucleo di sapere unitario e contemporaneamente multiforme.

N. 1412 - SPONDE FIUME ARNO: MANCATA MANUTENZIONE E IMMOBILE DEL GENIO CIVILE DI FUCECCHIO (N.d.R.)
Firenze, 4 ottobre 2005 - Sulla manutenzione delle sponde del fiume Arno il consigliere DL Paolo Londi ha presentato una domanda d'attualità visto che un gruppo di cittadini fucecchiesi avevano richiesto un intervento già nell'anno 1994 al Genio Civile di Firenze. La situazione ad oggi è peggiorata perché in questi anni non è stato effettuato nessun intervento. Inoltre, in loco vi è una "villa" vuota da decenni di proprietà del Genio Civile in località San Pierino, che doveva servire, sempre secondo l'estensore, per il personale preposto al controllo dell'Arno. Alla luce di quanto esposto, poiché le competenze del Fiume Arno sono di competenza della Provincia, con la presente si chiede di conoscere i motivi della mancata manutenzione delle sponde nelle località sopra esposte e inoltre avere dettagliate notizie sull'immobile in località San Pierino, sulla sua consistenza  e  l'uso che la Provincia intende farne nel futuro.


N. 1413 - SOLIDARIETÀ AD UGO CAFFAZ: APPROVATA MOZIONE (N.d.R.)
Firenze, 4 ottobre 2005 - Il Consiglio Provinciale ha approvato una mozione di solidarietà a Ugo Caffaz. Il consiglio è vicino alla comunità ebraica fatta bersaglio di vergognosi attacchi razzisti ed invita tutte le istituzioni ad attivarsi perché gli autori di tali gesti siano identificati quanto prima e perché a tutti i livelli sia la cultura del dialogo e della tolleranza l'unico patrimonio di Firenze e della sua Provincia. "Le scritte ingiuriose ed i danneggiamenti sono arrivati dopo una proposta politica, tesa a ricercare un dialogo con culture e religioni diverse - ha sottolineato Massimo Mattei - e non voglio entrare nel merito della proposta, che mi vede comunque favorevole nella costruzione della moschea, mi preoccupa che ad una proposta politica si risponda non nelle sedi istituzionali ma su terreni che niente hanno a che vedere con un consesso civile. "

N. 1414 - Percorso pedonale e ciclabile sulla provinciale di Molin del Piano (N.d.R.)
L'assessore provinciale alla Viabilità Stefano Giorgetti e il Sindaco di Pontassieve hanno presentato a Firenze in Palazzo Medici Riccardi un percorso pedonale e ciclabile da realizzare presso la provinciale di Molin del Piano (Sp84), in località Le Sieci. L'accordo di programma tra la Provincia di Firenze ed il Comune di Pontassieve prevede che il Comune di Pontassieve metta a disposizione della Provincia le aree necessarie alla realizzazione delle opere. Inoltre una volta ultimata l'opera verrà presa in carico e gestita dal Comune di Pontassieve. Circa i tempi: in questo momento sono aperte le procedure di gara. Il tempo previsto per l'ultimazione, dal momento della consegna, è di 180 giorni. L'importo del progetto è di 250 mila euro.
"L'accordo sulla creazione della passerella ciclo-pedonale - conclude Mairaghi - rappresenta il primo intervento di messa in sicurezza del tratto in oggetto che prevede nel futuro anche l'allargamento del tratto stradale e la creazione di un marciapiede". Per questo progetto - finanziato dalla Provincia - è previsto un importo di spesa di ca. 500.000 €.

N. 1415 - Ricordo della Toscana a Willy Brandt (bb)

I consiglieri regionali Pieraldo Ciucchi, Paolo Cocchi, Erasmo D'Angelis, Mario Lupi e Alberto Monaci hanno incontrato una delegazione della Fondazione "Willy Brandt" di Berlino. Illustrare gli impegni assunti dalla Fondazione "Willy Brandt", sottolinearne il significato culturale e dare un'informativa sui centri europei dedicati al grande statista tedesco. Questi gli obbiettivi della visita in Consiglio regionale della delegazione tedesca. Willy Brandt, il cui vero nome era Herbert Ernst Karl Frahm, è stato un uomo politico tedesco membro del Partito socialdemocratico tedesco. E' stato sindaco di Berlino dal 1957 al 1966, ministro degli esteri e vicecancelliere dal 1966 al '69 e cancelliere della Repubblica federale tedesca dal 21 ottobre '69 al 6 maggio '74. Divenne famoso per la cosiddetta Ostpolitik, orientata alla distensione dei rapporti con i paesi dell'est.

N. 1416 - GIORNATA EUROPEA DI DIGIUNO IN SOLIDARIETÀ DEL POPOLO SAHARAWI (N.d.R.)

Firenze, 4 ottobre 2005 - Il 5 ottobre è la Giornata Europea di digiuno in solidarietà con le vittime della repressione nei territori occupati del Sahara Occidentale. Dal 21 maggio nei Territori è in corso una resistenza popolare, non violenta, per protestare contro la violazione sistematica dei diritti fondamentali del popolo Saharawi. Dal 9 agosto è in corso uno sciopero della fame di tutti i prigionieri Saharawi arrestati. La Presidenza del Consiglio provinciale e l'VIII Commissione Consiliare organizzano una Conferenza stampa, con l'associazione nazionale di Solidarietà col Popolo Saharawi, mercoledì 5 ottobre alle ore 11.30, presso la Sala Quattro Stagioni della Provincia in via Cavour, 1.

N. 1417 - Seconda giornata nazionale del Trekking Urbano (N.d.R.)

Firenze, 4 OTTOBRE 2005 - Domenica 9 ottobre alla scalata delle città Seconda giornata nazionale del Trekking Urbano all'insegna dello sport all'aria aperta nelle città d'arte "L'avventura comincia sotto casa". In Toscana aderiscono Siena, Arezzo, Lucca, Massa, Prato. Le amministrazioni comunali, con l'aiuto dell'Associazione Nazionale Guide Turistiche e con il contributo della Fondazione Monte dei Paschi di Siena, propongono due tipi di percorsi da 5-9 km e da 2 km adatti cioè a giovani allenati e a nonne con carrozzine. La seconda giornata nazionale del trekking urbano promette esperienze "vagabonding", vere e proprie avventure in linea con le nuove tendenze del turismo che vogliono sorprese, emozioni ma anche sudore e fatica in alternativa con la normale vita di città.


N. 1418 - UNA DELEGAZIONE DELLA PROVINCIA CON LA RSU DELLA MATEC A BRESCIA (N.d.R.)
Firenze, 4 ottobre 2005 - In seguito all'incontro avvenuto lo scorso 26 setembre tra la VI Commissione Consiliare della Provincia di Firenze e la RSU della Matec e preso atto che è stata comunicata dalla proprietà la definitiva chiusura, a gennaio 2006, con la perdita di 290 dipendenti il Consiglio provinciale ha approvato, all'unanimità, una mozione che impegna il Presidente della Provincia a far partecipare il Gonfalone dell'ente con la delegazione del Consiglio provinciale che aderisce alla iniziativa che la RSU della Matec Spa di Scandicci organizzerà a Brescia in data da definirsi; ritiene inoltre necessario ed urgente, per questa ed altre vicende simili che interessano il nostro territorio provinciale, l'individuazione di un soggetto referente nel tavolo dell'Unità di Crisi formato da Comuni, Provincia e Regione.

N. 1419 - ENERGIA IN EUROPA "LA SPORCA TRENTINA" (N.d.R.)

4 ottobre, 2005 - Una nuova classifica del WWF rivela i nomi delle centrali elettriche più inquinanti d'Europa. Questo dopo un'estate in cui alluvioni, siccità e ondate di calore hanno fatto puntare il dito sul fenomeno dei mutamenti climatici e sui loro impatti devastanti su uomo e natura, "Dirty Thirty" classifica le centrali meno efficienti tra quelle maggiormente responsabili delle emissioni di anidride carbonica (CO2) e rivela come ben 27 siano alimentate a carbone. Il WWF ha considerato le emissioni totali di CO2 (in milioni di tonnellate per anno ) delle centrali situate nei 25 paesi facenti parte della Unione Europea e ha classificato i più grandi responsabili delle emissioni di CO2 secondo il loro grado di efficienza (grammi di CO2 per Kilowatt ora ). La maggior parte delle centrali presenti nella classifica sono situate in Germania (9 impianti), seguita da Polonia (5 impianti), Italia, Spagna, e UK(4 impianti ciascuno). Si trovano in Grecia, invece, le due centrali a lignite classificate al primo e al quarto posto Secondo gli esperti, le emissioni di CO2 sono la principale causa del riscaldamento globale e degli impatti devastanti dei mutamenti climatici sull'uomo e sulla natura. Le centrali a carbone sono quelle più sporche perché utilizzano il combustibile a più alta intensità di CO2. Per fermare il riscaldamento globale dobbiamo sostituire carbone e petrolio con alternative più pulite, usando il gas come fonte di transizione e poi volgendo la barra decisamente verso le fonti di energia rinnovabile. Importantissimo puntare anche sull'efficienza energetica, ormai vista, a livello internazionale, come una vera e propria fonte di energia". Dalla Classifica appare una situazione piuttosto difficile per la Germania. Nel suo territorio sono presenti cinque delle dieci centrali più inquinanti, e quattro di queste sono possedute dal colosso tedesco RWE. La classifica mostra chiaramente come siano soltanto sei grandi compagnie a possedere le centrali più inquinanti d'Europa: 19 delle 30 compagnie elettriche analizzate, infatti, sono di proprietà di RWE (Germania), Vattenfall (Svizzera), Enel (Italia), Endesa (Spagna), E.ON (Germania) e del gruppo francese EDF. Nell'arco dei prossimi vent'anni molte delle più inquinanti centrali alimentate a carbone giungeranno al termine del loro ciclo di vita, un' opportunità storica per ridurre significativamente le emissioni di CO2. Negli scenari di sostituzione di questi impianti si evince come un passaggio dal carbone al gas potrebbe portare, entro il 2030, ad una riduzione delle emissioni di CO2 del 47.8%. Passare a nuove tecnologie a carbone porterebbe, invece, ad una mera riduzione del 13.5 % contro un 73.4% ottenibile con un passaggio alle fonti di energia rinnovabile e pulita. "Una parte cruciale della soluzione al problema delle emissioni di CO2 provenienti dal settore energetico è il commercio delle quote di emissioni, l'Emission Trading Sistem (ETS). Il WWF sta facendo pressioni affinché vengano stabiliti limiti più severi per ciò che concerne le emissioni e affinché vengano individuati chiari incentivi ad investire nelle fonti di energia rinnovabile e sostenibile.

N. 1420 - Dichiarazione del Segretario della FNSI (N.d.R.)

Roma, 5 ottobre 2005 - "In verità il Ministro Giovanardi, nella puntata di ieri di Ballarò, si è scagliato contro i costi che le amministrazioni pubbliche devono sopportare a causa del numero degli addetti stampa... Prendo atto che il Ministro non intende criticare le buste paga degli addetti, e condivido che i giornalisti degli uffici stampa debbano essere meglio pagati e riconosciuti nella loro dignità professionale. Ma ipotizzare, anche non esplicitamente, un taglio degli occupati nel settore della comunicazione appare contrario allo spirito della legge. Mi auguro che il ministro Giovanardi sostenga le nostre richieste che affermano il diritto alla contrattazione dei giornalisti degli uffici stampa e alla loro dignità professionale, finora negato dall'agenzia per i negoziati nel pubblico impiego Aran".

N. 1421 - INSIEME A … NADIR PER LA PACE (N.d.R.)
Bologna, 5 ottobre 2005 - Due importanti iniziative a Bologna, presso il Teatro dell’Antoniano, Via Guinizzelli 3: il 6 ottobre alle ore 21 dibattito "RIDERE DELLA PAURA: FOBIE E PREGIUDIZI IN UNA SOCIETÀ INTERCULTURALE" con L. Clark (Beati Costruttori di Pace) - H. R. Picardo (Segretario U.C.O.I.I.) - P. Sullo (Direttore di Carta) - B. Salvarani (Direttore C.E.M.), con intermezzi artistici e musicali
l'8 ottobre, sempre alle ore 21 dibattito su "AFRICA: IL SUPERAMENTO DEL’INFERNO",
con A. Zanotelli (Missionario Comboniano) – S. Pampiglione (medico parassitologo) – L. Barbieri (medico di N.A.D.I.R.), con intermezzi artistici e musicali

N. 1422 - Omaggio ai deportati militari a Berlino e nel Brandeburgo (bb)
Firenze, 6 ottobre 2005 - È stata inaugurata a Firenze la mostra documentaria e il convegno dedicati ai deportati militari a Berlino e nel Brandeburgo. Vi sono raccolte fotografie, certificati, ritagli di giornale, volantini e testimonianze. La mostra-convegno riapre una pagina dolorosa della nostra Resistenza per rendere omaggio alle vittime della strage, a quei militari che furono internati, preferendo il lavoro durissimo, le umiliazioni, le percosse e la fame nei campi tedeschi piuttosto che rientrare in Italia come soldati della Repubblica di Salò e gregari dei nazisti. A portare la loro testimonianza il fiorentino Antonio Céseri, uno dei quattro sopravvissuti alla strage e l'unico oggi ancora in vita e Dino Vittori, presidente della sezione fiorentina dell'Associazione Nazionale Ex Internati. All'iniziativa sono intervenuti anche il professor Bodo Forster del comitato Altritalia, Gianfranco Ceccanei dell'Università di Charlottenburg e Ivano Tognarini, presidente dell'Istituto storico della Resistenza in Toscana.

N. 1423 - Sciopero dei giornalisti il 7-8 ottobre (N.d.R.)
6 ottobre 2005 - "La Segreteria della Federazione della Stampa conferma lo sciopero in corso dei giornalisti delle testate freepress e l'astensione di due giorni, nelle giornate di domani e di sabato, delle colleghe e dei colleghi dell'emittenza radiotelevisiva nazionale e locale, pubblica e privata, analogica e digitale, e dei canali tematici satellitari legati o no a network terrestri. La segreteria ha convocato per martedì 18 ottobre la Giunta , la Consulta delle Associazioni di stampa e le commissioni contratto Fieg, Aeranti - Corallo e Aran per decidere le date e le modalità dei nuovi scioperi dei giornalisti e delle altre iniziative di mobilitazione che si renderanno necessarie a sostegno delle posizioni del sindacato. La posizione di chiusura sulla Legge 30 e sul precariato giornalistico confermata dalla Fieg testimonia che tutti i maggiori editori hanno deciso di reagire ancora più duramente nei confronti delle sacrosante proteste dei giornalisti".

N. 1424 - L'Arci di Firenze, contro l'allargamento delle esenzioni dell'Ici "ecclesiatica" (N.d.R.)
Firenze, 6 ottobre 2005 - "C'è da perdere il conto per quanti omaggi la casa delle Libertà ha fatto al Vaticano in questi ultimi tempi". Francesca Chiavacci, presidente dell'Arci di Firenze, commenta l'approvazione del decreto legge del ministro Lunardi sull'allargamento dell'esenzione, retroattiva, dell'Ici a tutti gli immobili della Chiesa Cattolica. "È un inaccettabile regalo, perché -spiega Francesca Chiavacci - si è presentato come una bella sorpresa, dopo precedenti scambi di favore tra Chiesa e centrodestra, come nella vicenda del referendum della creazione assistita e mentre si vuole far passare una finanziaria che peserà gravemente sui Comuni". "Altro che accuse di laicismo - continua Chiavacci - qui sembra di tornare ai tempi dei privilegi, con una continua rincorsa ai voti della Cei ed è lontana l'idea della parità di fronte al fisco di cittadini, imprese, e soggetti della società italiana".

N. 1425 - Il canto dell'anima russa (N.d.R.)
Firenze, 6 ottobre, 2005 - Il 13 ottobre, alle ore 22.30, presso la John Martin's Tavern, in Viale Guidoni 168 (accanto al mercato ortofrutticolo), spettacolo di canzoni popolari russe interpretate dalla voce di Elisaveta Gavrilina e accompagnate dalla chitarra di Alexander Mironov.

N. 1426 - 'Il Viaggiatore - valutazione errata'. La violenza sui bambini raccontata con toni fiabeschi (N.d.R.)

Firenze, 9 ottobre 2005 - Un tema forte come quello della violenza sui minori affrontato con la leggerezza di una fiaba. È il 'miracolo' de 'Il Viaggiatore - valutazione errata', romanzo scritto da Pino Polito, ipovedente con la passione della scrittura. Il testo, edito da Corrado Tedeschi, sarà nuovamente presentato il 10 ottobre alle ore 18 alla Libreria Martelli, alla presenza dell'autore, della poetessa Duccia Camiciotti e della d.ssa Graziella Cirri. L'autore ha raccolto più di 300 articoli di cronaca da quotidiani, oltre a studi pubblicati su saggi e riviste, per sensibilizzare il lettore su un argomento così scottante. Coi contorni sfumati della fiaba, nelle sue pagine parla di violenza come mancanza d'affetto, di violenza diffusa dalla televisione, ma anche di 'crescita infelice', ricca di giochi e abiti griffati, ma povera di spirito.


N. 1427 - «Olio-cultura» a Rigomagno (N.d.R.)
Rigomagno, 10 ottobre 2005 - Alla scoperta dell'olio extravergine d'oliva. Un viaggio per conoscere i segreti di questo alimento. Succede a Rigomagno, borgo del comune di Sinalunga (Siena), che ha fatto della sostenibilità un manifesto e della vita «slow» un punto di impegno. Nell'ambito del progetto 'bio', la Proloco di Rigomagno organizza una serie di appuntamenti tra cultura e gastronomia, che si terranno proprio nella sede della Proloco (costruita secondo i criteri della bio-architettura) di questa frazione incastonata in mura medievali che conta poco più di 90 anime. Ecco le date: 11-13-17-20 ottobre; 14 e 28 novembre; 12 dicembre; 16 e 30 gennaio; 13 e 27 febbraio; 13 e 27 marzo. L'inizio degli eventi sarà sempre alle ore 21.

N. 1428 - La seconda giornata nazionale del trekking urbano (N.d.R.)
10 ottobre 2005 - Domenica 9 ottobre tutto esaurito per il Trekking urbano. I 23 capoluoghi di provincia italiani (Siena, Arezzo, Lucca, Massa e Prato e Ancona, Aosta, Ascoli Piceno, Bologna, Brescia, Campobasso, Cosenza, Genova, Mantova, Perugia, Potenza, Roma, Salerno, Savona, Trento, Urbino, Verona e Viterbo) sono stati presi d'assalto dal popolo dei trekker. Si stima che complessivamente siano state oltre 60 mila le persone che, superando ogni previsione degli organizzatori, per tutto il giorno, partendo dalle vie del centro, sul tema "scalando le mura", hanno visitato conventi, bastioni e fortezze, aree archeologiche e monumenti aperti solo per questa giornata. Un'occasione unica durante la quale scoprire opere d'arte facendo sport accompagnati gratuitamente dall'Associazione nazionale Guide Turistiche. Una nuova formula di turismo sostenibile ideale per rivitalizzare i luoghi meno noti dei centri storici delle città, partita da Siena nel 2002.

N. 1429 - Pianeta Galileo si sposta a Siena (bb)
Siena, 10 ottobre 2005 - La città del Palio fa da palcoscenico alle prossime iniziative di Pianeta Galileo, la rassegna dedicata ai piaceri della scienza. Tra i prossimi appuntamenti segnaliamo: martedì 11 ottobre alle ore 10.00, l'incontro "Il concetto di complessità" e alle ore 15.30 la mostra e la tavola rotonda sui sistemi complessi presso il Centro Studi Sistemi Complessi (via Tommaso Pendola 37, Siena); mercoledì 12 a Palazzo Squarcialupi (piazza Duomo 2, Siena), alle ore 10.00 un dibattito sull'importanza della biodiversità per il futuro del Pianeta e alle ore 16.00 la conferenza sulla "Divulgazione scientifica in Italia" con i direttori di Sapere e Le Scienze; sempre a Palazzo Squarcialupi, giovedì 13 alle ore 10.00, l'incontro su "Il popolamento antico dell'Europa", alle ore 17.00 il dibattito su "L'antropologia cognitiva" e sabato 15 alle 10.00 "Biologia e bioetica" e alle 15.00 nella sala polivalente del comune di Montepulciano "La rivoluzione del 14C: il contributo delle datazioni radiometriche all'archeologia". Molte anche a Siena le visite guidate: al Museo di Scienze naturali, ai laboratori del Dipartimento di Biologia evolutiva e al Parco faunistico di Arcidosso, alla Riserva naturale del Pigelleto e al Parco Archeologico naturalistico di Cetona. Per gli insegnanti, invece, una giornata di seminario, venerdì 14, al Dipartimento di Fisica (via Roma 56) sul "Progetto di educazione scientifica della Toscana".

N. 1430 - Incontro con Mario Monicelli (N.d.R.)
Firenze, 10 ottobre 2005 - In occasione della presentazione del libro "La commedia umana", conversazioni con Mario Monicelli, di Sebastiano Mondadori (ed. Il Saggiatore), incontro con l'autore ed il famoso regista martedì 18 ottobre - Ore 17,00, presso la Biblioteca Comunale Centrale - Via S. Egidio, 21.

N. 1431 - A sostegno di Giorgio e Luciana Alpi contro la querela di Taormina (N.d.R.)
10 ottobre 2005 - E' on line (http://unafirmaperilaria.blogspot.com - http://www.articolo21.info/appelli_form.php), l'appello lanciato da"Articolo 21" contro la minaccia di una querela per diffamazione contro i genitori di Ilaria Alpi, Giorgio e Luciana, colpevoli - a giudizio dell’on. Taormina - di aver “osato” criticare il metodo e le procedure applicate ai lavori della Commissione. Ilaria Alpi e Miran Hrovatin, gionalisti del Tg3, furono uccisi a Mogadiscio – in Somalia – il 20 marzo 1994. Gli estensori dell'appello denunciano che "La minaccia di querela contro i genitori di Ilaria Alpi, e del loro difensore Domenico D’Amati, segna l’ultimo atto di una politica spregiudicata portata avanti dall’on. Carlo Taormina all’interno della Commissione parlamentare da lui presieduta, una politica che ha portato ad oggi quale unico risultato dopo due anni di lavori quello di indicare nei giornalisti allontanati dal compito di consulenti della Commissione dei“depistatori”, altri giornalisti che erano, a ragione, considerati memorie storiche del “caso Alpi” additati come “occultatori”, altri ancora, i colleghi del Tg3 di Ilaria Alpi ridotti a “inquinatori”. E da ieri perfino i genitori di Ilaria bollati come “diffamatori”." L'appello è in particolare "a tutti i giornalisti, agli operatori dell’informazione perchè non abbassino la guardia sulla drammatica vicenda della morte di Ilaria Alpi e Miran Hrovatin, perchè non si accontentino di verità tanto “semplici” come inusitatamente e pubblicamente enunciate dall’on. Carlo Taormina, prima ancora delle conclusioni ufficiali dei lavori della Commissione parlamentare, e che vedono indicare come causa della morte di Ilaria Alpi e Miran Hrovatin qualcosa di molto simile a un incidente: “un tentativo di rapina, o rapimento, finito male...”." La mobilitazione per la verità sull'omicidio Alpi-Hrovatin continuerà - conclude il comunicato - "fin quando non sarà raggiunta la verità, fino a quando non saranno chiarite tutte le dinamiche che hanno portato al duplice omicidio. Fino a quando non leggeremo nero su bianco i nomi dei mandanti."

N. 1432 - Pontassieve: incontro tra Giunta Comunale e Provinciale (N.d.R.)
Pontassieve, 10 ottobre 2005 - Mercoledì 12 ottobre, presso la Sala di Giunta di Pontassieve
alle ore 14,30, il Presidente della Provincia, Matteo Renzi, in visita a Pontassieve ha firmato due protocolli d'intesa relativi ai progetti di allargamento della strada provinciale n.84 di Molino del Piano in località "I Giani"e all'accordo sul sottopassaggio de "I Veroni".

N. 1433 - Caccia, da problema a pericolo (N.d.R.)
Quasi 350 uccelli illegalmente abbattuti sequestrati in due giorni, piu di 300 trappole e una quarantina di animali vivi detenuti illegalmente. Questo il primissimo bilancio di un solo week end del Campo Anti Bracconaggio del WWF nelle Valli Bresciane, partito sabato scorso. "E' la conferma della diffusa illegalita che alcune aree dove, da Nord a Sud, il bracconaggio e' fortemente radicato - sottolinea il Presidente del WWF, Fulco Pratesi - . Purtroppo, la risposta politica e' ancora una volta inadeguata: WWF con le altre associazioni sta fronteggiando l'ennesimo tentativo di far passare caccia selvaggia: l'attuale proposta di Legge di "riforma" della legge sulla caccia, che porta la firma dell'on. Onnis (AN), in calendario alla Camera, prevede, tra le altre cose, la depenalizzazione dei principali reati venatori, il massiccio impiego di uccelli da richiamo usati come "esche vive", oltre all'allungamento del calendario venatorio e l'aumento delle specie cacciabili, con l'inserimento di specie protette a livello europeo".


N. 1434 - Confedilizia-Firenze: Niente Ici per la Chiesa? Sarebbe stato meglio porre un limite alle aliquote nell'interesse di tutti i contribuenti (N.d.R.)
Firenze, 10 ottobre 2005 - <<Sarebbe state meglio porre un limite alle aliquote a vantaggio di tutti i contribuenti, invece di prevedere esenzioni di non agevole applicazione, e tali da generare contenzioso, come quella di cui beneficeranno gli immobili dove si svolgono attività connesse a fini religiosi>>. Così commenta Confedilizia Firenze l'approvazione dell'articolo 6 del decreto Infrastrutture, che esonera scuole private, strutture alberghiere per pellegrini e cliniche di proprietà della Chiesa, ecc., dal pagamento dell'Ici. <<Fermo restando che i luoghi di culto erano già da prima esenti - prosegue Confedilizia Firenze, - sarebbe stato più proficuo porre un tetto alle aliquote sia per la prima casa che per le abitazioni destinate ad essere locate. E questo con l'obiettivo di contenere i canoni>>.

N. 1435 - La campagna olearia 2005 del Frantoio Franci e i primi risultati di Olive-aid (N.d.R.)
Montenero d'Orcia, 10 ottobre 2005 - Ancora un anno positivo per il territorio di Montenero d’Orcia, in attesa della definitiva approvazione della Dop Seggiano. In attesa dell’inizio della raccolta, il Frantoio Franci comunica anche i primi risultati di Olive-aid, l’iniziativa benefica varata ai primi di settembre che sta raccogliendo fondi per AMREF, la principale organizzazione sanitaria privata, senza fini di lucro, con base in Africa. Olive-aid prevede la vendita all’asta tramite internet (sul sito del frantoio www.frantoiofranci.it) delle prime 100 bottiglie numerate di Villa Magra Gran Cru, l’extra vergine di punta del frantoio di Montenero d’Orcia. Le bottiglie dal numero 12 al numero 100 partono da una base d’asta di € 30,00, mentre quelle numerate dall’1 all’11 hanno un prezzo base di € 50,00. Ai primi di ottobre, dopo solo un mese dall’inizio di Olive-aid, già un terzo delle bottiglie sono state aggiudicate, a prezzi che hanno raggiunto i 150,00 euro a bottiglia.

N. 1436 - Liberazione Tartaruga Marina (N.d.R.)
Marina di Massa, 10 ottobre 2005 - La Tartaruga marina della specie “ Caretta Caretta “ è stata liberata al largo della costa Apuana dopo due mesi di cure e degenza presso la struttura del Centro recupero del WWF di Ronchi. Grazie al Progetto Tartarughe marine, finanziato dagli Assessorati all’Ambiente della Provincia di Massa Carrara e del Comune di Massa, in collaborazione con il Quartiere 5, l’ASL 1 Sanità Animali di Massa Carrara, la Capitaneria di Porto , Guardia Costiera di Marina di Carrara, il Centro Sub Alto Tirreno e la Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara.

N.1437 - L'ultima possibilità di riaprire il caso Lonzi (N.d.R.)
Firenze, 15 ottobre 2005 - E'partita in questi giorni la raccolta fondi per presentare alla procura di Genova la controperizia medico-legale per impedire l'archiviazione del caso di Marcello Lonzi, pestato mortalmente nel carcere delle Sughere di Livorno nel Luglio 2003. Secondo il Pubblico Ministero di Livorno, Roberto Pennisi si tratta di morte per cause naturali. Per aiutare la madre di Marcello Lonzi (servono 2000 euro), venerdì 14 ottobre si è svolta una serata di finanziamento presso il Centro Popolare Autogestito Firenze Sud (Via di Villamagna 27/a Firenze zona viale europa - piazza Gualfredotto). Per chi volesse contribuire, può farlo sul c/c postale 66865767,intestato a Maria Ciuffi.

N. 1438 - Pranzo antifascista a Rignano (N.d.R.)
Rignano sull'Arno, 16 ottobre 2005 - I partigiani della Brigata Sinigaglia hanno organizzato un ritrovo conviviale con pranzo, nei locali della fiera del bestiame di Rignano sull'Arno (adiacenti gli impianti sportivi), al quale hanno partecipato molti antifascisti.


N. 1439 - Il paesaggio agrario del Montalbano. Identità, sostenibilità, società civile (N.d.R.)
Firenze, 11 ottobre 2005 - Il giorno venerdì 14 ottobre ore 11,00 nella sala del consiglio ente cassa di risparmio di Firenze, via bufalini 6, verrà presentato il progetto di studio sugli aspetti ambientali in rapporto alle attività agricole della zona di Montalbano, compresa tra le province di Firenze, Pistoia e Prato, delineando la situazione di insieme con le criticità e le potenzialità di uno sviluppo sostenibile compatibile con l'assetto territoriale. Con lo studio effettuato
è stato messo a punto un metodo di ricerca e di lavoro che può essere applicato in altre zone della regione.





          

 









 

 


home page

chi siamo

archivio

links

contatti

newsletter