DEApress

Tuesday
Jul 23rd
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Grande black out in Sudamerica

E-mail Stampa PDF

Sudamerica: Argentina e Uruguay diverse ore di caos a causa di un blocco all’erogazione di energia elettrica.

blackout.jpg

Ieri, 16 giugno, alle ore 7.07 del mattino, ora locale, un guasto nel sistema di trasporto dell’energia ha creato un black out che ha causato un’immediata paralisi totale del sistema di traporto in Argentina. Completamete bloccate Argentina, parti di Paraguay, Cile e Brasile meridionale e le province di Santa Fe, San Luis, Formosa e Tierra del Fuego dove erano in procinto di dare il via all’elezioni locali.

Il black out è stato causato da un guasto al sistema di trasporto dell’energia dalla centrale idroelettrica di Yacyretà, sebbene non sono chiare le cause dell’interruzione automatiche del servizio hanno da subito lavorato affinchè l’energia elettrica sia ristabilita, ma il totale ripristino ha già richiesto tutto il giorno di domenica e si protrarrà anche nella giornata di lunedì.
Ad aumentare il danno ha contribuito l’ora dell’inizio del disservizio, momento basso di consumo di elettricità che ha implicato l’incapacità dei restanti generatori di compensare la perdita.

La sospensione dell'energia elettrica ha comportato innumerevoli disagi nella vita dei cittadini: il blocco dei servizi ferroviari, l’interruzione dei segnali stradali bloccando tutte le strade, di tutti gli impianti che richiedono l’energia elettrica come ascensori, problematiche le comunicazioni via Internet, la distribuzione dell’acqua potabile, i sistemi di riscaldamento.

“Un caso inedito che sarà investigato a fondo” afferma il presidente argentino Maurizio Macri, è uno dei black out importanti, mai annotato nella storia del Paese (ma anche del mondo ndr) per il numero di persone coinvolte: circa 50milioni di persone senza elettricità. Superando le 600.000 persone di Buenos Aires e province che si prolungò per undici giorni nel 25 febbraio del 1999.

Share

Ultimo aggiornamento ( Lunedì 17 Giugno 2019 12:43 )  

Concorsi & Festival

Ultime Nove

DEApress . 23 Luglio 2019
Nel nord-est della Siria, dove incombono le propaggini sud-occidentali delle catene montuose anatoliche, c'è la parte di territorio definito "Kurdistan siriano" o "Rojava". Tribù kurde sono presenti anche nella regione semimontuosa dell'est del Paes...
DEApress . 23 Luglio 2019
Con la caduta dell'impero ottomano e la nascita della Repubblica turca guidata da Mustafa Kemal Atatürk, si impone un modello di stato a forte impronta nazionalista che esalta la cultura, la lingua e le abitudini turche. I kurdi costituiscono il gru...
Silvana Grippi . 22 Luglio 2019
Lo scopo del laboratorio DEApress è imparare il lavoro di Redattore sociale: 1. La comunicazione indispensabile per inquadrare le problematiche sociali; 2. L'informazione da divulgare 3. La formazione per poi poter insengnare. Laboratorio a...
Marco Ranaldi . 22 Luglio 2019
Che Tex Willer fosse un mito questo lo si sapeva da lungo tempo. Oggi che ha compiuto 70 anni di permanenza nelle edicole italiane lo è di più poichè è dura essere vegliardi nel fumetto di casa nostra. Solo la tenacia dei Bonelli poteva presagire tan...
DEApress . 22 Luglio 2019
Paolo Sorrentino riceve il Premio Fiesole ai Maestri del Cinema 2019 “I film sono belli quando si occupano del falso” Fiesole (Firenze), 18 giugno – “I film sono belli quando si occupano del falso. La verità, secondo me, dentro un film si ra...
DEApress . 22 Luglio 2019
www.middleastnow.it   Middle East Now   /// Global Connections:   ...
DEApress . 20 Luglio 2019
I Kurdi nel corso dei secoli Le origini del popolo kurdo risalgono a tempi remotissimi: quando dall'Asia centrale si mosse la grande massa di indoiraniani, dividendosi verso l'India da una parte e l'Europa dall'altra; vari gruppi, col passare del te...
DEApress . 19 Luglio 2019
Volete collaborare con DEApress per diventare giornalista, fotografo/reporter o videomaker? Ci occupiamo di cultura e sociale fin dalla fine del novecento. Se avete idee e progetti scrivete a redazione@deapress.com  oppure...
Cosimo Biliotti . 19 Luglio 2019
Sono passati quasi 11 anni dal fatidico settembre del 2008 quando la famiglia Della Valle lanciò in grande stile l'idea del nuovo stadio per Firenze. Da allora una successione di piccoli passi pareva stesse avvicinando la città all'obbiettivo, lent...

Galleria DEA su YouTube