DEApress

Wednesday
Jun 29th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

DEA -Archivi aperti - 1 incontro 20 maggio 2022

E-mail Stampa PDF

 

Esposizione fotografica di Silvana Grippi 20 maggio 2022

Finalmente Silvana Grippi ha aperto il suo archivio, pieno di storie, tenuto celato per molto tempo. Il lavoro che presenta con questa mostra copre gli anni novanta e si è svolto nei campi profughi fiorentini, dove trovarono accoglienza, ma anche molti ostacoli, Rom e rifugiati di diverse zone che fuggivano dalla guerra della ex Yugoslavia. La precarietà dei campi, in cui brulicava una vita tra baracche di legno, lamiera e cartone, ha offerto all'autrice la possibilità di documentare, col suo occhio lungimirante, un fenomeno sociale che si tendeva a nascondere. Appaiono nella loro vita quotidiana persone piene di storie passate, dai volti scavati dal malessere ma anche occhi penetranti pieni di una vita "non arresa". I bambini, le donne, gli anziani si mostrano nella loro integrità, ritratti nel loro aspetto dignitoso.

 

Le immagini di Silvana, che ha studiato geografia all'Università di Firenze, vanno oltre il visibile e trovano nell’apparente degrado la perla pasoliniana di un riscatto umano. La mostra ripercorre quelle che allora erano le estreme periferie fiorentine: il Campo dell’Olmatello, del Poderaccio, del Masini ed i loro villaggi, ma anche le Baracche Verdi di Don Mazzi all’Isolotto dove fu fatto l'esperimento di un Laboratorio di cucito. Silvana Grippi ha vissuto quei luoghi portando non solo la sua professionalità ma anche un’innata passione capace di rendere testimonianza, narrandone la storia attraverso i suoi scatti. La sua esperienza proviene da reportage fotografici, dove negli anni ottanta si reca in Egitto nell’alta Nubia con “il desiderio di conoscere e approfondire ciò che incontravo: uomini, donne, paesaggi, culture e sentimenti.” Questo senso di riconoscersi in diverse culture senza preconcetti dottrinali apre un orizzonte largo che ritroviamo anche in questa mostra, dove i minimi particolari risplendono di luce, di sogni e d’ingiustizie ancora da colmare che costituiscono una visione antropologica del fenomeno.

 

Alfredo Allegri

 

 

 

 

 

 

Share

Ultimo aggiornamento ( Giovedì 19 Maggio 2022 17:10 )  

Concorsi & Festival

https://zonadiguerra.ch/

Ultime Nove

DEAPRESS . 28 Giugno 2022
Riceviamo e pubblichiamo: "COMUNICATO STAMPA: 1 luglio 2022 secondo SCIOPERO del personale in APPALTO di Archivio Storico e Biblioteche del Comune di Firenze Firenze: Secondo sciopero generale per le lavoratrici e i lavoratori in appalto dell’Archi...
Silvana Grippi . 28 Giugno 2022
Riceviamo e pubblichiamo La vita di Giorgio La Pira in una biografia pubblicata dalla Firenze University PressIl 30 giugno in Via Laura la presentazione del volume edito dalla casa editrice di Unifia cura di Giovanni Spinoso e Claudio Turrini Propo...
DEAPRESS . 28 Giugno 2022
Giornata di lotta e musica alla GKN                                                    Articolo di  Massimil...
DEAPRESS . 28 Giugno 2022
In preparazione catalogo pubblicazioni DEA dal 1991  
Silvana Grippi . 28 Giugno 2022
  Giovedì 30 giugno, alle ore 17, presso MAD Murate Art District in piazza delle Murate a Firenze si terrà la presentazione e proiezione in anteprima assoluta del film: I MAESTRI DELL’ ARCHITETTURA E DEL DESIGN: ENZO ZACCHIROLIdi ...
Silvana Grippi . 27 Giugno 2022
5 per mille al Centro D.E.A.   Cari soci, amici, lettori e conoscenti, prendete nota del nostro codice fiscale: 03938570482 da indicare per la destinazionedel 5 per MILLE. Ci aiutererete a fare progetti di solidarietà e partecipazione.Ser...
Silvana Grippi . 27 Giugno 2022
  Maria Nikiriforova nasce nel 1885 a Alexandrovsk in Ucraina (oggi Zaporizhia). All'età di 16 anni inizia la militanza nei circoli anarco-comunisti della zona. Nel 1906 viene condannata a morte dal governo zarista, pena poi co...

Galleria DEA su YouTube