DEApress

Monday
May 20th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

PALAZZO PITTI - IL RIGORE E LA GRAZIA

E-mail Stampa PDF

alt

Vincenzo Dandini (Firenze 1609 - 1675) "Cristo caduto sotto la croce" 1646 - Firenze Seminario Arcivescovile

Firenze, Palazzo Pitti, Museo degli Argenti, Cappella Palatina - Inaugura oggi 22 ottobre e sarà visitabile fino al 17 maggio 2016 la mostra "Il rigore e la grazia. La Compagnia di San Benedetto Bianco nel Seicento Fiorentino" a cura di Alessandro Grassi, Michel Scipioni e Giovanni Serafini.  La mostra espone un "tesoro" ritrovato: un nucleo di opere poco conosciute, dipinte da grandi artisti del Seicento fiorentino e  accuratamente restaurate in occasione dell'esposizione.

Le opere sono esposte nella Cappella Palatina, realizzata in periodo lorenese per volere di Pietro Leopoldo,  ed è sicuramente un valore aggiunto poter ammirare le opere esposte in un luogo ancora aperto al culto, ma visitabile solo in rare occasioni.

Le opere esposte provengono quasi interamente dal patrimonio della Compagnia di San Benedetto Bianco, una delle più prestigiose aggregazioni laicali fiorentine. La Compagnia, fondata nel 1357 presso il monastero camaldolese di San Salvatore, si trasferì nel 1383 nel convento domenicano di Santa Maria Novella, fino ad installarsi in via definitiva in locali appositamente edificati da Giorgio Vasari nel 1570 all'interno del Cimitero Vecchio, per estinguersi dopo il periodo di Firenze capitale, presso la Parrochhia di Santa Maria al Prato.

Il patrimonio della Compagnia, accumulato nei secoli su commissioni dirette  o con donazioni dei confratellim fu ceduto alla Curia arcivescovile di Firenze ed oggi è depositato nel Seminario Aricvescolile di Cestello. Della Compagnia, oltre a componenti della famiglia Medici, facevano parte anche artisti, trai quali Matteo Rosselli, Carlo Dolci, Jacopo Vignali, il Volterrano e Vincenzo Dandini.

Il centro della spiritualità della Compagnia era il sacrificio di Cristo:  Cristo sul Calvario, gli strumenti della Passione e la Croce erano i soggetti più rappresentati. Si possono ammirare anche piccoli quadri o immagini a stampa destinati a confratelli amici per uso privato e domestico.

La donazione più importante venne lasciata da Gabriello Zuti, si tratta di un ciclo unico con capolavori di cui ricordiamo Giacobbe ed Esaù di Lorenzo Lippi, Gioele e Sisana di Ottavio Vannini, Ritrovamento di Mosè di Jacopo Vignali.

Un'attenzione particolare meritano le due tavole di Cristofano Allori, restaurato per i danni riportati in seguito all'alluvione del 1966, raffiguranti San Benedetto e San Giuliano, originariamente attaccate per celare il reliquiario collocato nell'enorme altare della Compagnia e che, grazie ad un meccanismo di corte, poteva essere scenograficamente alzata per la loro ostensione.

 

 

 

 

Share

 

Concorsi & Festival

Ultime Nove

Silvana Grippi . 19 Maggio 2019
DEApress - Agenzia di stampa   Una informazione contro corrente. Utile per informare, formare e comunicare. Un approccio alla comunicazione socialerivolta al dialogo, trasparenza e rispetto,con  l' obiettivo del raggiungimen...
Piero Fantechi . 18 Maggio 2019
SHINE Mostra e performance di Giovanna Lysy ideata da Federica Borghi Mostra e performance a sostegno di AIL Firenze: 23 Maggio 2019 ore 19.30 Corte Fondazione Zeffirelli Mostra opere a sostegno di AIL Firenze: 24 Maggio/ 6 Giugno 2019 - ...
Beatrice Canzedda . 17 Maggio 2019
Skrjabin e il Suono-Luce – Luisa Curinga, Marco Rapetti Firenze University Press – Collana Saggi Cherubini, 2018 - € 18,90 Questo volume unisce, in buona parte, i contributi raccolti durate il convegno Svetozvuk, il ‘Suono-Luce’ (Conservator...
Antonella Burberi . 17 Maggio 2019
Festa dei Musei e Notte dei Musei 2019          Apertura serale al Bargello e musica a Casa Martelli                                                   Sabato 18 maggio, in occasione della Festa dei Musei e della Notte Europea dei Musei ...
Antonella Burberi . 17 Maggio 2019
Da Hong Kong in mostra a Villa Bardini la scultura Ève au rocher di Auguste Rodin, ispirata alla danzatrice Isadora Duncan                                         L’opera di marmo bianco, alta poco meno di un metro, arricchisce l’esposizione ...
DEApress . 16 Maggio 2019
Mercoledì 5 giugno alle ore 19.00 al Teatro Brancaccio, in via Merulana a Roma David LaChapelle: iconico e irriverente, è la "special star" del RUFA Contest 2019 che avrà luogo mercoledì 5 giugno alle ore 19 al Teatro Brancaccio, in via M...
Piero Fantechi . 16 Maggio 2019
Eccovi la  recensione di Silvana Grippi su Le Monde Diplomatique (allegato del Manifesto) dal titolo "Malaterra - Come hanno avvelenato l'Italia" scritto da Marina Forti Edizione  GLF Laterza - 2018.
Silvio Terenzi . 14 Maggio 2019
NEVICA"TENGO" "Il nostro suono" - Official HD Secondo capitolo della Trilogia dell'Anima ideato e composto da NEVICA ovvero Gianluca Lo Presti che in questi ultimi anni si è fatto conoscere anche come producer nel suo Lotostudio 2.0. Il suo m...
DEApress . 13 Maggio 2019
  Prima di Meg Ryan , Julia Roberts, Emma Stone c'era Doris Day. La "fidanzata d'america" dai capelli biondi, il sorriso rassicurante e l'aria da ragazza della porta accanto. Oggi la sua America  la saluta. Come annunciato dalla sua fond...

Galleria DEA su YouTube