DEApress

Wednesday
Nov 21st
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Alla Galleria il Ponre "Carol Rama"

E-mail Stampa PDF

La Galleria Il Ponte presenta un’ampia mostra dedicata all’artista Carol Rama (1918-2015) il cui lavoro anticonformista e autonomo da qualsivoglia insegnamento accademico emerge nel contesto artistico-culturale della Torino degli anni Trenta e Quaranta del Novecento, per poi attraversare l’intero secolo, fino ai primi anni del nuovo millennio, con la medesima passione e vitalità dei suoi inizi.

Con una selezione di circa 38 opere realizzate dal 1942 al 1997, la mostra ripercorre l’incessante sperimentazione di tecniche, materiali e soggetti iconografici di Carol Rama attraverso i momenti salienti del suo percorso artistico e di vita.

Dai primi disegni e acqueforti su carta degli anni Quaranta, legati al surrealismo, a Dubuffet e all’art brut, che già denotano grande maturità tecnica e d’ideazione, la mostra include alcuni rari lavori degli anni Cinquanta che attestano l’esperienza astrattista di Carol Rama all’interno del gruppo torinese del MAC-Movimento d’Arte Concreta.
Le opere del decennio Sessanta documentano invece la svolta decisiva del suo modus operandi: su macchie di colore di ascendenza informale sono applicati oggetti d’uso quali strumenti medicali, trucioli metallici, occhi di bambola che diventano essi stessi forma e colore.
Un ampio nucleo di lavori in mostra risale agli anni Settanta quando i due materiali extrapittorici per cui Carol Rama è maggiormente conosciuta, entrano a far parte delle sue composizioni: camere d’aria e guarnizioni in gomma, utilizzate al posto del colore e applicate su tela oppure ivi appese con un gancio metallico.
Concludono l’esposizione importanti esemplari realizzati nel corso degli anni Ottanta e Novanta che risultano emblematici di un volontario e sentito ritorno alla figurazione. Corpi, dentiere, lingue, organi genitali, scarpe abitate da falli, figure e animali fantastici, delineati su carte prestampate – spesso disegni tecnici di architetti e ingegneri usati come supporto –, esprimono il perenne desiderio di Carol Rama di fondere arte, vita e immaginazione, confermando quanto da lei rivelato nel 1985 a Lea Vergine: “Ho sempre amato gli oggetti e le situazioni che venivano rifiutati” poiché “creare lo scandalo attorno a me era quasi d’obbligo allora”.

La mostra è accompagnata da un portfolio con testi e immagini, con un saggio critico di Bruno Corà e un approfondimento sulle opere esposte di Ilaria Bernardi.

Share

 

Concorsi & Festival

Ultime Nove

DEApress . 21 Novembre 2018
  FESTIVAL MEDIAMIX 2018 – Il Mediterraneo Il concorso per nuovi autori giunge alla dodicesima edizione. Partecipa inviando i tuoi lavori entro il 15 Dicembre   Al via la dodicesima edizione del Festival MEDIAmix, concorso organizzat...
DEApress . 21 Novembre 2018
Arriva al Teatro Manzoni di Pistoia, come terzo titolo in abbonamento, dal 23 al 25 novembre, la versione italiana, firmata dal regista Roberto Andò, di Bella figura, il lavoro della scrittrice, sceneggiatrice e drammaturga...
Silvana Grippi . 21 Novembre 2018
Dopo il sold-out della scorsa estate, Roberto Vecchioni torna in concerto a Firenze, lunedì 9 aprile 2019 al Teatro Verdi.I biglietti (posti numerati da 18 a 48 euro, esclusi diritti di prevendita) sono disponibili da oggi nei punti Box Office Tosc...
DEApress . 21 Novembre 2018
Sabato 1 dicembre - ore 16.30  Visita guidata per ripercorrere la secolare storia dell'ex convento delle Oblate riscoprendone i piccoli grandi tesori nascosti, passeggiare nei chiostri, visitare l'altana con vista unica sul "più famoso tetto di...
DEApress . 21 Novembre 2018
La Fondazione Teatro Metastasio di Prato rende noto un avviso pubblico di selezioni per l'anno 2019 rivolto a reegisti neodiplomati in regia in una delle principali Scuole di Teatro italiane. Tale avviso è frutto del progetto di ...
DEApress . 21 Novembre 2018
  Una violenza bestiale. Modelli dell’umano nella poesia, nella produzione letteraria e nella rappresentazione plastica dei temi propri all’epica e alla drammaturgia antica. in occasione della ricorrenza della Giornata contro la vi...
Silvana Grippi . 21 Novembre 2018
COREOGRAFIA: FRANCESCA LA CAVA   DRAMMATURGIA: ANOUSCKA BRODACZ   CON: LUCA CASTELLANO, ANDREA DI MATTEO, MANOLO PERAZZI, SARA PISCHEDDA   TECNICA UTILIZZATA: TEATRO DANZA       ...
DEApress . 20 Novembre 2018
E' stato presentato il bando di partecipazione al Premio Lorenzo Bargellini, riconoscimento in memoria dello scomparso, leader di lotta della casa, istituito dalla famiglia Bargellini in collaborazione con  Archivio "Il Sessantotto",  ...
DEApress . 20 Novembre 2018

Galleria DEA su YouTube

Social Share Buttons