DEApress

Saturday
Nov 18th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Festival Internazionale di Cinema e Donne

E-mail Stampa PDF

cinema_locandina_donne.jpgDopo la conferenza stampa che si è tenuta ieri lunedì 6 novembre, ha inizio da domani mercoledì 8 novembre il Festival Internazionale di Cinema e Donne, che si svolgerà presso il il cinema La Compagnia di Firenze fino al 12 novembre. Alla conferenza stampa del Festival erano presenti le condirettrici Paola Paoli e Maresa D'Arcangelo e la Vice Presidente e Assessore alla Cultura della Regione Toscana, Monica Barni.

"Segnare il tempo" è il tema del festival, che indaga sul rapporto tra le donne, il cinema e la società contemporanea. Questa manifestazione, giunta ormai alla sua 39esima edizione, è da sempre all'avanguardia nel porre l'accento sulle tematiche della parità di genere e della peculiarità del ruolo femminile in campo artistico e sociale: per questo il Festival Internazionale di Cinema e Donne si tiene già da trentanove edizioni ed è riuscito a creare nel panorama culturale toscano una riflessione importante sul tema delle Pari Opportunità, da sempre al centro delle politiche della Regione Toscana – ha affermato Monica Barni. Si vive nella società dell'effimero, per questo la continuità creata da festival ha una valenza ancora più significativa, per lasciare una testimonianza della nostra storia recente e per 'Segnare il tempo'. In questi anni il festival, oltre ai valori di continuità e testimonianza, è stato un esempio di come sia possibile fare ricerca in campo cinematografico ed essere un laboratorio culturale dove si incontrano idee e progetti che ruotano intorno ai temi dei film realizzati dalle registe italiane e internazionali".

Quest'anno il Festival vanta ospiti del calibro internazionale come Coline Serreau, regista, attrice e scrittrice francese, e Dacia Maraini, scrittrice, sceneggiatrice e regista italiana, oltre a Dominique Cabrera - che presenta "Il Mediterraneo" per raccontare i momenti fondamentali della relazione tra Francia e Algeria - Farida Benlyazid e Izza Genini, importante registe del cinema marocchino.

Coline Serreau è da sempre una pioniera nell'affrontare le tematiche di genere, come si evince dal suo film del 1978 "Pourquoi pas?" che narra la storia di una di quelle famiglie che oggi chiameremmo arcobaleno, e dal film del 1985 "Tre uomini e una culla" - il suo film di maggior successo, pluripremiato e a cui Hollywood ha dedicato due remake - in cui affronta il tema della convivenza tra uomini e della nuova paternità. Famoso anche il suo film precedente, "Mais qu'est-ce qu'elles veulent?" del 1975, documentario nel quale otto donne si interrogano sul loro ruolo nella società e sulla loro vita. E' proprio della regista francese il film con cui si apre il festival, con una proiezione alle ore 21: "Saint-Jacques... La Mecque", definito come "un fuoco d'artificio di invenzioni narrative e visive. Profondo e divertente, esilarante e commovente, un incanto musicale e splendidi paesaggi".

Dacia Maraini, altra grande ospite, si è sempre contraddistinta con le sue opere come simbolo di donna libera e paladina della libertà. La Maraini è soprattutto scrittrice e proprio la scrittura è il suo tramite fondamentale con il cinema: ha sceneggiato film importanti per autori formidabili, quali Pasolini, Ferreri, Von Trotta e Faenza e alcune delle attrici più famose sul panorama internazionale, come Monica Vitti o Emanuelle Laborit, hanno regalato ai suoi personaggi interpretazioni indimenticabili.

Donne quindi che hanno segnato il tempo (quello richiamato dal titolo) e la strada per l'affermazione dell'identità femminile, che poi altre donne fino ad oggi hanno seguito.

Il Festival presenta in anteprima una selezione di cortometraggi che ci permette di viaggiare in Paesi lontani tramite l'animazione polacca, il documentario portoghese e marocchino, la sperimentazione Usa e le fiction francese, spagnola e italiana. Inoltre saranno presentati in anteprima 42 film che aprono uno spaccato sulle cinematografie di Marocco, Francia, Svizzera, Italia e Portogallo.

Il programma giornaliero dell'intero festival è disponibile sul sito ufficiale del cinema La Compagnia: www.cinemalacompagnia.it/programma

cinema_donne.jpgConferenza di presentazione del Festival, foto DEApress

Share

Ultimo aggiornamento ( Venerdì 10 Novembre 2017 12:59 )  

Concorsi & Festival

Ultime Nove

DEApress . 17 Novembre 2017
diretto da Silvia Lucchesi Lo schermo dell’arte Film Festival X edizione Firenze Cinema La Compagnia, Cango Cantieri Goldonetta, Galleria delle Carrozze di Palazzo Medici Riccardi,Le Murate. Progetti Arte Contemporanea, Pal...
Fabrizio Cucchi . 17 Novembre 2017
Lontano dall'essere "un monopolio" di noi soliti rompiscatole, l'opposizione all'ergastolo, nel corso degli anni, è arrivata a contare un fronte assolutamente eterogeneo da J.D. Salinger (1) ad Aldo Moro (2). Questo dovrebbe essere considerato come u...
Silvana Grippi . 17 Novembre 2017
DEApress . 17 Novembre 2017
Prosegue la mostra fotografica "Alla scoperta della periferia: Novoli, le sue trasformazioni, i suoi personaggi" presso la Villa Pozzolini, Viale Guidoni 188 (FI)   tutti i pomeriggi dalle 16.00 alle 19.00, fino al 21 novembre 2017   ...
DEApress . 17 Novembre 2017
"Un Manifesto per la Scuola", domani sabato 18 novembre mobilitazione di Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola Rua, Snals Confsal. A Vicchio (Firenze) iniziativa al teatro Giotto dalle 11 alle 14, poi visita a Barbiana alla scuola di Don Milani. In ...
DEApress . 17 Novembre 2017
Le Biblioteche Comunali Fiorentine per la GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE  25 NOVEMBRE 2017 incontri, presentazioni di libri e proposte di lettura     http://www.biblioteche.comune.fi.it/sch...
Silvana Grippi . 16 Novembre 2017
In occasione dell'ottantesimo della morte di Antonio Gramsci questa mattina alle ore 9.30 gli studenti di Edu Firenze, presso la Biblioteca Umanistica dell'Univerità degli Studi di Firenze, hanno incontrato il professor Luciano Canfora in una confere...
DEApress . 16 Novembre 2017
  Con la collaborazione del Comitato SELMA
Marco Ranaldi . 15 Novembre 2017
E' con grande tristezza che ho saputo della morte di Luis Bacalov. Fra tutti i compositori di musica applicata il Maestro Bacalov è stato certamente il più umile e il più esperto nel narrare con la propria maestria la propria vita. E la sua vita non ...

Galleria DEA su YouTube

Social Share Buttons