DEApress

Wednesday
Dec 12th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

D'ODIO E D'AMORE - GIORGIO VASARI E GLI ARTISTI A BOLOGNA

E-mail Stampa PDF

 riceviamo e pubblichiamo

D’ODIO E D’AMORE – GIORGIO VASARI E GLI ARTISTI A BOLOGNA

 alt

UNA MOSTRA PER INDAGARE I COMPLESSI, E CONTRADDITTORI, RAPPORTI FRA L’ARTISTA E STORIOGRAFO ARETINO E GLI ARTISTI A LUI CONTEMPORANEI AL DI LA’ DEGLI APPENNINI.

 

Dal 9 ottobre al 2 dicembre nella sala Edoardo Detti, al primo piano della Galleria degli Uffizi.

«Né è maraviglia che quella d’Amico fusse più pratica che altro, perché si dice che, come persona astratta che egli era e fuor di squadra dall’altre, andò per tutta Italia disegnando e ritraendo ogni cosa di pittura e di rilievo, e così le buone come le cattive… le quali fatiche furono cagione che egli fece quella maniera così pazza e strana».

Questa citazione dalla Vita di Bartolomeo da Bagnacavallo e d’altri Pittori Romagnuoli è tratta dall’edizione del 1568 delle Vite del Vasari. Il “praticaccio inventore” era Amico Aspertini, ma Vasari allarga il suo caustico giudizio a tutti gli altri pittori bolognesi a lui contemporanei definendoli con “il capo pieno di superbia e di fumo”. Non solo: nella Vita di Michelangelo aggiunge la velenosa nota per la quale il Buonarroti avrebbe lasciato Bologna dopo solo un anno di permanenza perché lì “perdeva tempo”.

Insomma un rapporto nato proprio male, ma per fortuna finito bene, come ci rivela la mostra D’odio e d’amore – Giorgio Vasari e gli artisti a Bologna, curata da Marzia Faietti e Michele Grasso, in corso dal 9 ottobre al 2 dicembre nella Sala Edoardo Detti del Gabinetto dei Disegni e delle Stampe delle Gallerie degli Uffizi. Infatti, attraverso una selezione assai accurata e significativa di disegni e dipinti (prevalentemente attinti dalle collezioni delle Gallerie degli Uffizi), l’esposizione lascia intuire come il giudizio ostile di Vasari – che imputava agli artisti d’oltre Appenino il mancato contatto con opere e materiali dell’arte classica dai quali prendere spunto e ispirazione – era destinato a non durare a lungo. I termini sono già meno duri nei confronti del Correggio che, a parer suo, se fosse uscito dalla Lombardia (l’Emilia era allora considerata terra lombarda) e si fosse spinto fino a Roma “averebbe fatto miracoli”, ma verso agli artisti della generazione successiva Vasari spende addirittura parole di approvazione.

È una mostra dal taglio inedito, con un discorso intellettuale e figurativo molto sottile, che spiega il testo delle Vite di Vasari – usato come traccia – attraverso le opere esposte, e che appunto rivela una relazione quasi di odio e d’amore, con giudizi feroci da una parte e slanci ammirati dall’altra: così si spiega, ad esempio, un disegno inedito proprio di Amico Aspertini che sembra un inaspettato omaggio del bolognese “fuori squadra” verso Vasari, di cui cita l’opera. In questa narrazione visuale, c’è un happy end impensabile in partenza: Bologna aveva nel frattempo conquistato il rigoroso artista e primo storico dell’arte aretino.

La mostra affronta con coraggio un tema sofisticato e raro - commenta il Direttore delle Gallerie degli Uffizi, Eike Schmidtguidando lo sguardo del visitatore attraverso dipinti e disegni, in un gioco di rimandi tra testo e immagine. È il frutto di anni di studi da parte dei curatori sugli scritti di Vasari e sulle opere, con risultati inediti e scoperte che rivelano la profonda vocazione alla ricerca delle Gallerie degli Uffizi e la loro missione educativa, ai più alti livelli”.

Share

 

Concorsi & Festival

Ultime Nove

Beatrice Canzedda . 11 Dicembre 2018
FIRENZE - Lezione al Mandela forum. Ottomila studenti delle scuole medie provenienti da varie parti della Toscana questa mattina si sono riversati per una lezione nella speciale aula del palazzetto per l'iniziativa in favore dei diritti umani  s...
Piero Fantechi . 11 Dicembre 2018
Nel mese di Dicembre c/o il Centro Socioculturale D.E.A., via degli Alfani 16/r MERCATINO DI NATALE Oggetti Vintage, Arte, Artigianato, Riciclo, Libri, Fotografie PER I VOSTRI REGALI In foto un esempio di autoproduzione dei nostri soci: riciclagg...
Silvana Grippi . 11 Dicembre 2018
Silvio Terenzi . 11 Dicembre 2018
JOHNNY CASINI"PORT LUIS" "Dark Sunglasses" - OFFICIAL HD Da Correggio al resto del mondo dirmmo noi. Dall'Italia troppo impegnata a rispettare le mode fino all'America sognata e realmente vissuta al seguito di figure leggendarie come Phil Manzane...
Silvana Grippi . 11 Dicembre 2018
Silvana Grippi . 11 Dicembre 2018
Premio Nobel per la pace a Nadia Murad e Denis Mukwege        Premio assegnato all'attivista yazida irachena e al medico congolese lo scorso 5 ottobre.  La consegna nel giorno in cui si celebrano i 70 anni della Dichiaraz...
Piero Fantechi . 11 Dicembre 2018
Giornata Mondiale dei Diritti umani Ieri 10 Dicembre in occasione della Giornata Mondiale dei Diritti Umani si è tenuta presso la sede del Quartiere 5 alla Biblioteca Filippo Buonarroti in Villa Pozzolini, la presentazione del libro fotografico di...
Silvana Grippi . 10 Dicembre 2018
Piero Fantechi . 10 Dicembre 2018
Identità Sahrawi – Il senso del vivere di Silvana Grippi LIBRO FOTOGRAFICO Immaginatevi di uscire di casa. Dovete fare spesa? Avete bisogno di un farmaco? Qualcosa da vestire? O magari siete studenti e rinnovate la quotidiana assonnata migrazion...

Galleria DEA su YouTube

Social Share Buttons