DEApress

Wednesday
Nov 21st
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

La foce

E-mail Stampa PDF
 

Sembra ferma l'acqua chiara,
ma si muove piano piano.
Incomincia a fremere,
ha voglia di correre.
Vibrazioni dell'anima,
che incomcio a conoscere.
Emozioni semplice,
che comunque abituano
la nostra età
ad andar sempre dove il cuore vuole..
come il mare, come il mare...
Io non torno mai a trovare lei, lei.. la spiaggia della foce che mi ha fatto amare il mare.
Là m'innamorai, là dinnanzi a lui.
No, non mi son mai pentito! Ma la vita mi ha cambiato..
Sai, da giovane è facile.. poi, poi diventa difficile.
Si diventa cinici, pigri e malinconici.
Non si sa più se val la pena di lasciarsi andare, come il mare.. come il mare..
Ma dentro di me so che tornerò alla spiaggia della foce, quando tornan le lampare.
Sarò tra i pesci che avranno tirato su, rinchiuso tra le loro reti, gettate nel più profondo mare...
Questo è il testo di una delle canzoni più significative di Umberto Bindi "Io e il mare". Oppure potrebbe essere "Io e Genova" dove quella foce è la fonte della vita, è la coscienza che spesso s'interrompe per dimenticare. Bindi sarebbe stato lì a piangere la fine di una foce, avrebbe sentito il senso fortissimo dell'annullamento della vita. La foce....Genova e le sue ferite, e il cuore di Luigi Tenco che nasceva proprio lì dove ora c'è un tracciamento smarrito, distrutto. Oggi manca questo, questo senso della vita, della foce, del ritrovare un intento importante. Tenco provò a cantare cosa fosse vivere in mezzo ad estorsioni morali. Oggi il senso è in quel ponte che ha distrutto le vite. Non è morale certo ma è il senso di angoscia che si prova nel sapere che proprio il rispetto della vita viene meno quando un ponte cade. Non è fatalità, non è casualità. La foce....già il tempo che s'interrompe e che non ha nulla del senso della vita. Oggi leggere le parole di Tenco, di Lauzi, sentire cantare Bindi rende tutto più difficile, più triste. Sarebbe il tempo di mettersi a piangere, a riflettere su come siamo diventati. Da non capire come un ponte sospeso era ed è una sospensione sulla vita. E' facile ora parlare, sentire dire tante cose, inutili. Persone normali, lavoratori, vacanzieri, semplici autisti hanno dovuto sopperire alla propria voglia di vivere perchè in quel momento ciò che reggeva non c'era più. E' quindi più facile rescindere un contratto, sparare al vento stupide affermazioni senza tener presente che forse quella foce da cui viene il senso della vita, quella foce non esiste più. E anche Bindi non c'è più, come non c'è più Tenco. Ma noi che siamo ancora su questa strana vita presenti, noi che corriamo dietro alla demagogia politica, forse dovremmo rileggere e riascoltare Bindi, il mare, la foce e lasciarci andare a quello che è più vicino alla vita. Oltre la foce, oltre il mare, oltre la grandezza di un universo che non sappiamo ancora apprezzare e capire. "Vedrai,vedrai...."
 

Share

 

Concorsi & Festival

Ultime Nove

DEApress . 21 Novembre 2018
  FESTIVAL MEDIAMIX 2018 – Il Mediterraneo Il concorso per nuovi autori giunge alla dodicesima edizione. Partecipa inviando i tuoi lavori entro il 15 Dicembre   Al via la dodicesima edizione del Festival MEDIAmix, concorso organizzat...
DEApress . 21 Novembre 2018
Arriva al Teatro Manzoni di Pistoia, come terzo titolo in abbonamento, dal 23 al 25 novembre, la versione italiana, firmata dal regista Roberto Andò, di Bella figura, il lavoro della scrittrice, sceneggiatrice e drammaturga...
Silvana Grippi . 21 Novembre 2018
Dopo il sold-out della scorsa estate, Roberto Vecchioni torna in concerto a Firenze, lunedì 9 aprile 2019 al Teatro Verdi.I biglietti (posti numerati da 18 a 48 euro, esclusi diritti di prevendita) sono disponibili da oggi nei punti Box Office Tosc...
DEApress . 21 Novembre 2018
Sabato 1 dicembre - ore 16.30  Visita guidata per ripercorrere la secolare storia dell'ex convento delle Oblate riscoprendone i piccoli grandi tesori nascosti, passeggiare nei chiostri, visitare l'altana con vista unica sul "più famoso tetto di...
DEApress . 21 Novembre 2018
La Fondazione Teatro Metastasio di Prato rende noto un avviso pubblico di selezioni per l'anno 2019 rivolto a reegisti neodiplomati in regia in una delle principali Scuole di Teatro italiane. Tale avviso è frutto del progetto di ...
DEApress . 21 Novembre 2018
  Una violenza bestiale. Modelli dell’umano nella poesia, nella produzione letteraria e nella rappresentazione plastica dei temi propri all’epica e alla drammaturgia antica. in occasione della ricorrenza della Giornata contro la vi...
Silvana Grippi . 21 Novembre 2018
COREOGRAFIA: FRANCESCA LA CAVA   DRAMMATURGIA: ANOUSCKA BRODACZ   CON: LUCA CASTELLANO, ANDREA DI MATTEO, MANOLO PERAZZI, SARA PISCHEDDA   TECNICA UTILIZZATA: TEATRO DANZA       ...
DEApress . 20 Novembre 2018
E' stato presentato il bando di partecipazione al Premio Lorenzo Bargellini, riconoscimento in memoria dello scomparso, leader di lotta della casa, istituito dalla famiglia Bargellini in collaborazione con  Archivio "Il Sessantotto",  ...
DEApress . 20 Novembre 2018

Galleria DEA su YouTube

Social Share Buttons