DEApress

Wednesday
Nov 21st
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

#magliettarossa con Libera e Don Luigi Ciotti

E-mail Stampa PDF

Libera.jpgUn laccio emostatico per l’emorragia di umanità denunciata da don Libero Ciotti, che ha lanciato l’iniziativa #magliettarossa, questo erano ieri le migliaia di aderenti che per tutto il giorno hanno inondato i social di selfie tenendo, per tutto il giorno, l’hashtag primo nelle tendenze su Twitter.

La maglietta rossa come quelle indossate dai bambini riportati cadaveri in spiaggia in Libia, come Aylan, il colore accuratamente scelto per dare più visibilità in acqua ai soccorritori in caso di naufragio.

Ci pensate? Mentre imbarco mio figlio con la speranza di allontanarlo da fame, guerra, persecuzioni, io calcolo pure il rischio che non sopravviva. Basterebbe questo sentimento ragionato (sentite l’ossimoro?) a percepire che la negazione di diritti universali come libertà e autodeterminazione ha qualcosa di profondamente incomprensibile.

Don Ciotti ha definito le migrazioni “deportazioni indotte, quindi noi siamo chiamati a interrogarci sulle nostre responsabilità”.

All’iniziativa hanno aderito immediatamente Legambiente, Arci, e Anpi seguiti da FNSI, Emergency, Acli, Cgil, Cisl e Uil, Pd cittadini, Msf e Amnesty, Croce Rossa Italiana, Caritas, Uisp e Fiom, Articolo 21 e Libertà e Giustizia, Goletta Verde, le organizzazioni europee per il soccorso nel Mediterraneo, e personaggi come Roberto Saviano, Gad Lerner, Cecilia Strada, l'ex ministra Fedeli, Pietro Grasso, Laura Boldrini, Enrico Letta, Rosy Bindi, Pietro Bartolo, Giusi Nicolini, Sandro Ruotolo, Lucia Goracci, Carlo Lucarelli, Fiorella Mannoia, Alessandro Gassman… l’elenco, per fortuna, sarebbe infinito.

Le reazioni non si sono fatte attendere: a Matteo Salvini, ministro dell’Interno, non è piaciuta l’idea di una testimonianza civile contro le politiche del governo e ha ironizzato sulla giornata con “… che peccato, non ho trovato una maglietta rossa nell’armadio” in un post scriptum in un suo tweet. Immediata la risposta dalla piazza di don Luigi Ciotti: “Gliela porto molto volentieri una maglietta, un piccolo gesto fatto con rispetto” chiedendo un incontro di riflessioni; Nicola Fratoianni ha definito il ministro “indegno di svolgere il ruolo istituzionale che riveste” e che “chi ironizza sulla morte e sulla disperazione di migliaia di persone è solo un poveraccio”.

Reazione anche da parte di Alessandro Morelli, deputato della Lega e Presidente della Commissione Trasporti, Poste e Telecomunicazioni, che ha definito l’adesione dei giornalisti di RaiNews24 “iniziativa vergognosa e deontologicamente imbarazzante, così facendo il servizio pubblico smette di essere pluralista e diventa partigiano”.

Malgrado le polemiche la partecipazione è stata un successo in tutta Italia, magliette rosse anche al al Gay Pride di Bologna, al concerto dei Modena City Ramblers e alla finale dei Mondiali antirazzisti della Uisp a Castelfranco Emilia e, al tramonto, si sono tinti di rosso il colonnato di Piazza del Plebiscito ed il Maschio Angioino a Napoli.

Teniamo stretto il laccio, per salvarci dall'emorragia.

Share

 

Concorsi & Festival

Ultime Nove

DEApress . 21 Novembre 2018
  FESTIVAL MEDIAMIX 2018 – Il Mediterraneo Il concorso per nuovi autori giunge alla dodicesima edizione. Partecipa inviando i tuoi lavori entro il 15 Dicembre   Al via la dodicesima edizione del Festival MEDIAmix, concorso organizzat...
DEApress . 21 Novembre 2018
Arriva al Teatro Manzoni di Pistoia, come terzo titolo in abbonamento, dal 23 al 25 novembre, la versione italiana, firmata dal regista Roberto Andò, di Bella figura, il lavoro della scrittrice, sceneggiatrice e drammaturga...
Silvana Grippi . 21 Novembre 2018
Dopo il sold-out della scorsa estate, Roberto Vecchioni torna in concerto a Firenze, lunedì 9 aprile 2019 al Teatro Verdi.I biglietti (posti numerati da 18 a 48 euro, esclusi diritti di prevendita) sono disponibili da oggi nei punti Box Office Tosc...
DEApress . 21 Novembre 2018
Sabato 1 dicembre - ore 16.30  Visita guidata per ripercorrere la secolare storia dell'ex convento delle Oblate riscoprendone i piccoli grandi tesori nascosti, passeggiare nei chiostri, visitare l'altana con vista unica sul "più famoso tetto di...
DEApress . 21 Novembre 2018
La Fondazione Teatro Metastasio di Prato rende noto un avviso pubblico di selezioni per l'anno 2019 rivolto a reegisti neodiplomati in regia in una delle principali Scuole di Teatro italiane. Tale avviso è frutto del progetto di ...
DEApress . 21 Novembre 2018
  Una violenza bestiale. Modelli dell’umano nella poesia, nella produzione letteraria e nella rappresentazione plastica dei temi propri all’epica e alla drammaturgia antica. in occasione della ricorrenza della Giornata contro la vi...
Silvana Grippi . 21 Novembre 2018
COREOGRAFIA: FRANCESCA LA CAVA   DRAMMATURGIA: ANOUSCKA BRODACZ   CON: LUCA CASTELLANO, ANDREA DI MATTEO, MANOLO PERAZZI, SARA PISCHEDDA   TECNICA UTILIZZATA: TEATRO DANZA       ...
DEApress . 20 Novembre 2018
E' stato presentato il bando di partecipazione al Premio Lorenzo Bargellini, riconoscimento in memoria dello scomparso, leader di lotta della casa, istituito dalla famiglia Bargellini in collaborazione con  Archivio "Il Sessantotto",  ...
DEApress . 20 Novembre 2018

Galleria DEA su YouTube

Social Share Buttons