DEApress

Saturday
Feb 13th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Vivere in Norvegia

E-mailStampaPDF

Vivere in Norvegia

 

L’emigrazione italiana in Norvegia è assai esigua se confrontata a quella in Svezia, il numero di cittadini residenti al primo gennaio 2000, come riporta il sito www.mclink.it, supera di poco i 1200 abitanti. Questi inoltre vivono sparsi su tutto il territorio, dunque non costituiscono una comunità. Una delle poche associazioni è l’AIN (Associazione Italiani in Norvegia) che pubblica il bimestrale “L’Aurora”. Le radici italiane non vengono quasi mai tenute in considerazione dai discendenti di seconda generazione, proprio a causa della mancanza di una solida comunità sul luogo.

La politica norvegese sull’immigrazione mira all’apertura e alla multiculturalità, affinché i cittadini stranieri siano integrati conservando le proprie caratteristiche culturali. Le maggiori comunità presenti a Oslo, costituite da somali, iracheni e pakistani, riescono a mantenere intatte le proprie origini. Nelle scuole elementari ogni alunno straniero ha diritto all’insegnamento della propria lingua, ma questa opzione viene presa in considerazione raramente dai figli degli italiani in Norvegia. Questi provengono spesso da matrimoni misti, un coniuge italiano e uno norvegese. Esistono anche associazioni apolitiche che si occupano dell’insegnamento della lingua, come l’associazione Giovane Italia a Oslo.

Per quanto riguarda il lavoro, gli italiani come tutti i cittadini dell’UE hanno gli stessi diritti dei cittadini norvegesi, al lavoro, ad un equo stipendio e alla previdenza sociale. Per non parlare delle politiche di pari Opportunità, che collocano la Norvegia ai primi posti nella classifica mondiale: dal 2004 sono state introdotte norme che prevedono il 50% di presenza femminile nei CdA delle società quotate. Le donne percepiscono uno stipendio pari a quello maschile. Esiste ancora una certa differenza nei ruoli, molte donne svolgono lavori tradizionali. D’altra parte le norme sulla parità di genere hanno avuto successo: nel parlamento norvegese la presenza femminile è del 36% contro il 15% di trent’anni fa (www.amb-norvegia.it).

L’esperienza dei migranti italiani è solitamente positiva e, al di là del clima ostile, lo standard di vita in Norvegia, il rapporto dell’individuo con la società e le istituzioni, il lavoro e la vita familiare, si configurano in quest’ottica di equilibrio che forse in Italia manca.

 

Share

 

Concorsi & Festival

Ultime Nove

DEApress . 12 Febbraio 2016
Il centro studi, ricerca e comunicazione D.E.A.press Organizza: corsi di formazione lavori editoriali e prepara su commissione: relazioni, sondaggi, ricerche, inchieste, interviste, cartoline e poster. Fornisce: servizi di assistenza e corre...
T.M. . 11 Febbraio 2016
E' online il catalogo de "Le Strade dell'Arte". Lo potete consultare e scaricare gratuitamente cliccando sull'immagine di copertina:  
Giusi Giovinazzo . 11 Febbraio 2016
Il 7 Febbraio, il teatro della Pergola di Firenze chiude il sipario sulla trilogia di Eschilo, l'Orestea. Dopo l'Agamennone, Coefore e Eumenidi esibiscono lo scioglimento di un intreccio grondo del sangue argivo, attraverso l'argine fornito dall'isti...
Silvana Grippi . 11 Febbraio 2016
IIl Sahara occidentale sta vivendo un paradosso storico. Per conoscere la storia del Sahara Occidentale bisogna fare un passo indietro fino al giorno in cui la Spagna decide di indire un referendum per la decolonizzazione del territorio e dare la pos...
Silvana Grippi . 10 Febbraio 2016
cinema: I PERSONAGGI DEL FILM "LUPIN III" ispirati dai cinque disegni originali di monkey punch, ideatore del ladro più amato al mondo: Jigen, Goemon, Fujiko, Zenigata e lupin in un tratto mai visto prima. Al Cinema solo il 22, 23 e 24 febbraio in o...
massimo.pieraccini . 10 Febbraio 2016
Dopo i tanti casi registrati in Toscana 38 nel 2015 e già 12 in questo primo squarcio di 2016, la Regione Toscana d'intesa con il Ministero della Salute ha esteso la vaccinazione gratuita a tutta la popolazione, limitatamente alle aree di maggior dif...
Silvana Grippi . 09 Febbraio 2016
"DEApress - un modo come un altro per dire ciò che non è commerciale" Pio Baldelli DEApress nasce per volontà del Prof. Pio Baldelli. Dato che l'Associazione D.E.A. aveva un aspetto sociale e culturale ed era anche un luogo di incontro: u...
Silvana Grippi . 09 Febbraio 2016
  Università degli Studi di Firenze con il Patrocinio della Biblioteca Umanistica Florence Art Edizioni  Fondazione il Fiore     Incontro con Francesco Gurrieri   in occasione della presentazione di Asimmetrie ...
Fabrizio Cucchi . 08 Febbraio 2016
Il quotidiano "La Stampa" (lo scorso 31 Gennaio) ci informava della petizione per il  boicottaggio degli accordi presi dalle università di Cagliari e Firenze, nonchè dai Politecnici di Torino e Milano  con il Technion  di Haifa. La ra...

Social Share Buttons